martedì 31 dicembre 2013

Essenzialmente auguri

Mi ero messo diligentemente a compilare un resoconto dettagliato del mio anno, folle e bellissimo, a tratti faticoso.  Ne era venuta fuori una lista della spesa, per altro incompleta e non onesta, e quindi ho lasciato perdere.  Ma almeno posso riassumere con franchezza che:
- Ho viaggiato un sacco
- Ho vissuto molto
- Ho combattuto
- Quando ho rischiato di perdere (e parecchio), ho poi vinto.
E' stato un buon anno.
Per l'anno che viene vi auguro di (ri)scoprire la gioia se avete la serenità. Di ritrovare la serenità se l'avete persa. Di acquistare speranza se siete scoraggiati.
Ma vi invito sopra a tutto di concedervi, e con ostinazione, puri momenti di grazia. Altrimenti, che senso ha tutto questo?

Voster semper Voster


domenica 29 dicembre 2013

Strozzini che usano traduttori automatci

Ricevo il seguente incredibile  commento (spam),  che pubblico integralmente di seguito:
"Buona giornata a tutti voi io sono il signor Jack Warmer, un legittimo, usuraio di fiducia. Diamo fuori di prestito a società di business Uomini e donne che sono in transazioni commerciali, diamo fuori di prestito a lungo termine per tre a 30 anni massimo con basso tasso di interesse del 3%, in questo si può anche dirci la quantità necessaria come prestito. Prestito è dato in Sterline euro e $ USD al massimo che diamo è 500.000.000 sia in sterline EURO e $ USD e il minimo £ 5.000 euro e USD $ quindi se realmente siete interessati contattateci al numero (omissis@gmail.com) per maggiori informazioni su come ottenere il prestito"

Voster semper Voster..
CheNonSapevaEsistesseroUsuraiDiFiducia Emigrante

martedì 24 dicembre 2013

Vigilie di Natale

Hai meno di 10 anni, vivi un mondo in cui vi sono sicurezze, e doni sotto l'albero. Aspetti con ansia la messa della mezzanotte, per poi tornare a casa e scartare i regali. Tra bucce di mandarini e la tombola.
Non vai a scuola e nevica. Il sapore del panforte e del panettone Motta o Alemagna si imprimono per sempre nella tua corteccia cerebrale.

Hai 16 anni, c'e' sempre la tombola ma ci giochi solo il tempo obbligatorio che eviti che tuo padre si incazzi. Il futuro non esiste, esiste l'oggi. Continui a ritenere la vigilia di Natale signitificativa per via degli spaghetti con le sarde ed il baccala' arihanato. Ti  senti immortale, tutto o quasi ti e' concesso, non vedi l'ora di vivere. Hai amici fuori che ti aspettano anche alla viglia per andare al cinema, e non importa se fa freddo. E poi indossi degli elegantissimi pantaloni scozzesi.

Hai 23 anni, hai appena finito di studiare. Ti presenti in cucina con l'aria stralunata di chi prepara un'esame ad Ingegneria. Chiedi  a tua madre se anche in questa vigilia ci siano gli spaghetti con le sarde ed il baccala'. Naturalmente la cucina e' impregnata da quegli odori, ma ti serviva parlare con un essere umano dopo giorni e giorni di studio matto e disperatissimo. L'unica certezza che hai e' che l'esame e' il 13 di Gennaio, e che quello successivo della sessione invernale sara' a Febbraio.
Il mondo e' li' che attende te, per essere cambiato definitivamente.

Hai 36 anni ed due bambini. La viglia la passi scartando regali per bambini che non hanno ancora un anno. La tempesta sembra passata, cominci a ritrovartici nel ruolo di padre. Hai un corpo da superman, ti alleni 15 ore a settimana, e sotto l'albero ci sono dei cerchioni da gara per una bici da Tritahlon. Non riuscira' a prenderti la vecchiaia, nemmeno a Natale.
Mangi poca pasta al sugo e vino,  ed una fetta di panettone artigianale di Berti. Il giorno di Natale pensi di correre almeno 30 km per scontare i peccati culinari.

Hai 45 anni e sei qui a scrivere questo post nel tuo studio a casa, in un sobborgo di San Francisco, mentre sorseggi una birra Corona. Sei in attesa che ti chiamino per andare ad  un party di amici. Di sopra i tuoi figli di 10 anni giocano ai videogames, e continuano a chiederti se possono aprire i loro regali prima della mezzanotte. Vivono un mondo fatto di certezze e doni sotto l'albero.

Li invidio, se solo potessi mangiare finalmente una fetta di panettone  artigianale buono.

Voster semper Voster
CheViAuguraUnNateleSereno Emigrante




mercoledì 18 dicembre 2013

Aggiornamenti Sparsi Su Bughondo

In questi giorni mi sto dedicando alla lettura del Corriere di Bughondo (ne sono abbonato) e sto leggendo notizie che a noi occidentali lasciano basiti o quantomeno costernati.
Ecco un veloce riepilogo degli accadimenti degli ultimi mesi a Bughondo:

Il Premier Bubboloni nei guai 
I lettori piu' attenti ricorderanno che a Bughondo ha regnato negli ultimi vent'anni un tiranno terribile (e che nessuno ha mai votato) di nome Bubboloni. Questo ferocissimo individuo non solo si aggirava per le contrade buie  di Bughondo tentando di farsi ogni donna bughandese sotto i 79 anni, ma non contento poi si accaniva sulle sue vittime trascinandole nel parlamento bugandese oppure in qualche consiglio comunale. Il losco individuo è stato finalmente assicurato alla giustizia per...per ...non ho capito bene  se per essersi fatto una minorenne dall'aspetto di una battona di  40 anni, non aver pagato delle tasse su un cane di nome Dudu' oppure essersi fidanzato con una tamarra.
Quello che è certo è che Bubboloni sconta una pena severissima; e' costretto ad  accompagnare  il cane Dudu' a pisciare, e convivere con la tamarra di cui sopra. Perche' non vada in galera e' per me un mistero, a volte non è facilissimo capire le dinamiche bughandesi per uno straniero.

Tasse
Il nuovo governo (in realtà a Bughondo vi è sempre un nuovo governo) è  costantemente al lavoro per trovare soldi nel bilancio bughandese.
Purtroppo come risultato da  uno studio costato un miiardo di talleri bughandesi pagati ad un super consulente di nome Gennaro Frocoloni (che per una coincidenza incredibile che solo a Bughondo,  è amico dall'asilo del nuovo premier) l'unica soluzione possibile sembra  sia mettere nuove tasse.
Ma il Frocoloni ha suggerito di coniare per le nuove tasse nomi simpatici che possano indorare la pillola ai bughandesi. E' stato quindi creato un super comitato di saggi (incredibilmente, sempre le coincidenze bughandesi,  tutti amici di infanzia del premier, o amanti del Frocoloni) che ha lo scopo di trovare nomi 'smart' per le tasse.
Cosi' e' stata inventata per prima la "Papagna", che tassa 10 talleri per chiunque si metta la mano sulla capoccia. Poi a seguire e' stata emanata la "Grattabasta" che colpisce chiunque si metta il cappello.
Ma il super comitato si e' superato inventando la "Tremens" che come il nome suggerisce colpisce chiunque sia colto da spasimi intestinali per piu' di due ore.
Al momento i bughandesi sono preoccupatissimi giacche' e' stata annunnciata una misteriosa tassa di nome "Gigliola" (che incidentalmente si chiama come la prima moglie bionda e spendacciona del Frocoloni).

Come siamo fortunati noi nel vivere in paesi civili e senza stranezze come a Bughondo!
Voster semper Voster

mercoledì 11 dicembre 2013

I forconi

Io non so se sono autentici, se qualcuno li strumentalizza o li strumentalizzerà.
Ma cazzo, io per ora sto con i forconi.
Cacciateli a calci in culo quei politici che vi ritrovate, tutti e dico tutti. E spazzate via sindacalisti ed impiegati statali sanguisughe. E ribellatevi ad un precariato  ottocentesco che vi offrono. Ed ad un'Europa che è fatta per tedeschi e banche.
Insomma fate la rivoluzione!
Voster semper Voster

venerdì 6 dicembre 2013

Elogio di un grand'uomo

Oggi sono qui ad omaggiare un uomo che ha dato tanto all'umanità. Che si è battuto con forza e determinazione per farsi strada nel mondo. E ieri si è spento serenamente.
Sono certo che tutti avrete compreso che  mi riferisco ad Ernesto Copparoni, pensionato di Molfetta.
Sotto nella foto, il sobrio e per nulla pacchiano ricordo del Copparoni, in prima pagina web sul Corriere della Sera.
Siamo in attesa della foto di schiere di fanciulli vestiti un po' in  bianco ed un po' in nero che rilasciano stormi di colombe con rami di ulivo nel becco.



No, è che detesto il lutto mediatico , non ce la faccio proprio a scrivere un pastone su Mandela. E che ci posso fare io se in queste occasioni  le pagine a lutto dei giornali mi rendono insofferente?
Voster semper Voster
WIlFuErnestoCopparoni Emigrante


lunedì 2 dicembre 2013

I collitorti

Il primo esploratore che era tornato li aveva chiamati proprio cosi'; i collitorti. 
Tutti ne avevamo riso, ed al tempo  non sapevo se crederci o meno all'esistenza di queste buffe creature. Gli esperti di comportamento delle specie extragalattiche avevano però confermato. Nella via lattea esiste una razza che piega il collo verso il basso (torcendolo appunto) , per prendersi cura di un piccolo rettangolo luminoso che portano sempre con loro e che strofinano  di continuo. Gli esperti ritengono che i collitorti  venerino come sacro lo schermo luminoso, e che lo strofinamento sia rituale e che favorisca la buona salute o la prosperità. Molti collitorti si affidano al rettangolino durante i loro viaggi, raccomandandosi ad esso di continuo per tutta la durata del viaggio. Spesso portano il rettangolino all'orecchio e recitano ad alta voce  certe preghiere recitate con  gioia, ira o noia.
E' stato osservato che a volte il rettangolino si spegne ed i collitorti in quel caso vanno freneticamente alla ricerca di buchi sacri a cui affidano la rinascita del rettangolino luminoso.
Voster semper Voster

mercoledì 27 novembre 2013

Las Vegas

Lo so, ho tradito tutto quello che sono; sono stato volontariamente per 4 giorni a Vegas. Ed in vacanza!
E' che dovevo portare i mie genitori che volevano vederla.
Devo dire che questa volta  ho scoperto qualcosa di eccezionale, che non avevo mai visto; il Red Rock Canyon. Dista 30 minuti da Vegas, è un parco naturale enorme, ed è un vero paradiso per chi fa roccia. Vi è una strada all'interno (7 dollari per attraversarla) giustamente nominata "Scenic Drive".
Il Red Rock Canyon condensa il meglio dei parchi che trovate in Arizona ed Utah. Non perdetelo se vi trovaste in zona.
Ora dovrò solo recuperare il fegato che penso si sia suicidato giorni fa in uno dei buffet del Bellagio o dell'Encore. Ma resto ottimista.
Voster semper Voster
ChePersePure10DollariAlleSlot Emigrante

giovedì 21 novembre 2013

Cattivo maestro

Che se non vi si danno suggerimenti poi vi impigrite.

Ricetta pratica per iniziare una rivoluzione:

1) Ogni volta che in macchina vedrete arrivare un'auto blu con le sirene spiegate, bloccatela di proposito. Non fatela passare.  Se possibile riprendete la scena con il cellulare e mettete il filmato su youtube. Fatevi portare in questura se e' il caso, e chiedete spiegazioni su chi ci fosse in quell'auto. Dove stava andando di tanto urgente?

2) Quando atterrate a Roma come in un altro aeroporto,  e vedrete le macchine blu con gli autisti in attesa del magnarone di turno, chiedetegli conto di come e perche' abbia l'auto di stato. Fate una piazzata, urlate forte, chiedetegli conto. Riprendete la scena con il cellulare e pubblicate su youtube.

3) Quando riconoscete per strada un politico, se e' un giorno feriale, chiedetegli dove stia andando, e come mai. Se e' un giorno festivo chiedetegli che ha fatto per il paese nella settimana trascorsa.

4) Quando durante un colloquio  un tizio che sbaglia i congiuntivi ed ha fatto al piu' le medie vi offrira' uno stage non retribuito o un contratto a tempo determinato da fame, prendetelo a male parole e ribaltategli  il tavolo. Ed aprite un blog e pubblicate il nome dell'azienda e del tizio che vi ha fatto la proposta sconcia.

5) Siete onesti, avete un'aziendina e non volete  o non potete piu' pagare la tangente al solito funzionario statale o parastatale o quasi statale o privato? Non pagatela, aprite un blog anonimo e scrivete la vostra storia con tanto di nome e cognome del farabutto. Se vi servisse un blog dove pubblicare, mandate pure a me che pubblichero' per voi.

6) Avete un politico particolare che odiate? Che e' la rappresentazione della Casta? Che so, La Russa e suo figlio tonto che occupa poltrone da raccomandato? La Cancellieri che ha il figlio da 3 milioni di buon'uscita? Prendetevi qualche giorno di ferie andate al parlamento e chiedetegliene conto.

E smettela di dividervi in Destra e Sinistra come degli ottusi ultras di periferia, vi pigliano per il culo, non ve ne siete accorti?

Voster semper Voster





E' che piove

Sono qui che osservo sgomento L'Italia affondare:

- In Sardegna arriva una tempesta distruttiva e la protezione civile manda un fax per avvisare del pericolo. Uno dei 20 fax all'anno che periodicamente riportano "altra criticita'".  Chi lo usa piu' il fax? E se ne mandi 20 l'anno di quei fax , non e' come gridare al lupo al lupo? E poi, usare uno strumento rivoluzionario e modernissimo, che tutti usano ovunque da almeno 15 anni, come l'email ?Evidentemente sulle caselle di posta elettronica non hanno ancora capito come prendere le tangenti oppure tassarle.

- Una ministra della Giustizia (Giustizia!) che chiama le carceri per raccomandare un trattamento di favore per la figlia del datore di lavoro (anche'esso in carcere) del figlio. E lei non se ne vergogna,  non ci trova nulla di strano,  anzi si incazza se glielo fanno notare.

-Ed il parlamento non ci trova nulla di strano. Anzi le danno la fiducia!

-E nessuno trova strano che il figlio della  ministra di cui sopra, abbia preso una buona uscita da 3 Milioni di euro dopo un anno di lavoro dal sudetto carcerato e  padre della carcerata di cui sopra, mentre i giovani normali lavorano (quando lavorano) per contratti temporanei da 4 euro e 90 centesimi lordi!

- Il governo per fare cassa vuole privatizzare l'Enav; la società a cui lo Stato italiano demanda la gestione e il controllo del traffico aereo civile in Italia. A quando la privatizzazione dei Carabinieri,  e dell'ente di protezione della giovine (da quanto non leggete qualcuno che scrive giovine eh?), e dell'associazione marchesi di Rocca Imperiale?
Immaginate che Ligresti o De Benedetti si pappino l'Enav, io in Italia non ci volo piu', vi avverto!(pero' se privatizzano i marchesi di Rocca Imperiale, è ok per me).

- È conclamato che la Germania ha preso per il culo gran parte dei paesi periferici dell'Unione Europea. Grazie all'Euro che ha eliminato il vantaggio competivo delle monete deboli (come la Lira), ha un'economia che  imbarazza per competitivita' e surplus commerciale con l'estero.
Il sospetto e' che le vestali italiane dell'Europa e dell'euro facciano il tifo per l'Europa per garantirsi lauti stipendi nelle istituzioni europee con faraonici rimborsi spese. Ecco immaginate un tipo come il deputato Razzi. Piu' o meno quello è il livello medio del parlamentare italiano al parlamento europeo.

Non esiste ormai un solo elemento della societa' italiana che non sia marcia. Che aspettate a fare la rivoluzione?

Se  trovaste mai il coraggio, se mai decideste di agire da cittadini e non da sudditi, e farete la rivoluzione contate pure su di me. Vengo e vi  partecipo.

Fatemi sapere.

Voster semper Voster
DiLottaEDiGoverno Emigrante







mercoledì 6 novembre 2013

Rassicurazione

No, Il Luwac non mi uccise. E' che sono impegnato.
Voi che fate?
Voster semper Voster

giovedì 24 ottobre 2013

Il Caffè più caro del mondo

Se mai vi trovaste a Bali, affittate un taxi per qualche ora e fatevi portare in una piantagione dove coltivino e producano il Kopi (caffè) Luwac, o semplicemente il  Luwac.
E' il caffè più raro e caro del mondo, ancora più costoso del mitico Hawaian Blue, prodotto esattamente nello stesso modo, ovvero:
Solo i  chicchi di caffè migliori vengono scelti dal Luwac, una specie di procione, per cibarsene. Li digerisce (solo la polpa dei chicchi) e poi naturalmente   li espelle  negli escrementi. I chicchi, che assumono un nuovo aroma, vengono raccolti e poi tostati a mano lentamente sul fuoco.
Viene servito versando il caffè ( un cucchiaino da Te' per tazza ) direttamente in acqua bollente.
Assagiatene nelle piantagioni locali una tazza,  vi costerà sui 10 dollari, e portarvene a casa una bustina per 22 tazze circa 40 dollari. In America questo caffè costa sui 1000 dollari al kilo.

Si', vi sto suggerendo di bere un caffè di merda.
Voster semper Voster
ChePoiPotreteBullarveneConGliAmici Emigrante

martedì 22 ottobre 2013

Come Hemingway

Mi sveglio prima dell'alba ormai da anni . Dalla finestra del Westin Nusa Dua, Bali -Indonesia ,  osservo frotte di turisti insonni per il Jet lag, arrossati come crostacei che con occhi stralunati e  quasi con disperazione cercano la sala della colazione.
No, non sarò mai uno di loro, non sono nato per essere un turista. Sono anni che non mi godo un viaggio, troppi aerei, troppi spogliarelli improvvisati ai controlli di sicurezza. Troppa gente sudata impegnata a portare il loro nulla, la loro insensibilita' da un punto A che chiamano casa ad un punto B che chiamano vacanza. E nessuna sostanziale differenza vi e' tra questi due punti, a parte forse la pasta scotta o il caffe' un pò piu chiaro o acquoso.
Ma oggi ho qualche ora libera, ed assumo un tassista che mi faccia da guida.
Perplesso mi guarda quando gli chiedo di portarmi in posti "corretti". Smiley, cosi' mi dice di chiamarlo,  non capisce : " Sir, what do you mean by correct places?"
Portami in posti che ami, che sono imperfetti che sono sporchi e che siano lontani dalla gente sudata e dalla pelle arrossata.
Mi ritrovo cosi' in un santuario con un pareo viola a coprirmi le gambe ed una fascia gialla a manifestare il rispetto agli Dei.
E subito dopo a sorseggiare silenzioso un caffe' polveroso che ho reso lattiginoso con della panna, instabile su una precaria di una panchetta di un barettino  a strapiombo sul mar di Bali.
E Smiley che mi chiede se mi va di vedere il pescato dei suo fratelli, stanno tornando da una lunga giornata di pesca.
Hanno preso del pesce simile a degli sgombri mediterranei ma con una specie di spada. I fratelli di Smiley mi chiedono se ne voglio un po', mi sarebbe piaciuto prenderne qualcuno e farli bolliti con un filo d'olio e dell'aglio.

No, non sarò mai un turista, sono  un viaggiatore.
Voster semper Voster
HHEmigrante





domenica 20 ottobre 2013

Dei pensieri di quando corro

E' un alba di Ottobre a Bali, Indonesia. Il sole trova un mondo gia' umido a queste latitudini e quasi pallido e misericordioso sembra trattenersi. Poveri, in templi indu',  sciacquano i miseri panni. La marea e' bassa e gli inservienti degli Hotel innafiano i giardini e preparano le spiagge per i turisti.
E' un momento magico, le statue  elefante del Dio Ganesh sembrano approvare in contemplazione, quando la pace e' l'armonia vengono turbate dalla seguente conversazione rumorosa in italiano:
- E' basta fijo mio pure io mo so' confuso,  non lo so dove siamo!
Fa una voce dall'accento abbruzzese

- Ma se non lo sai tu dove siamo, io che ti porto a fare?
Risponde  un tizio sulla quarantina, bello come un Dio greco (avete notato che nei racconti quelli belli sono sempre belli come Dei Greci? Si'? )  ed in grandissima forma fisica, elegante nella sua tenuta da corsa mattutina.

-E ma pure c'ho dei limiti. E prima a Roma , e poi a San Francisco, e mo' Bali. Bisogna che calmi. Io non ti ci sto piu' dietro e mi so' perso. Ebbene si,  mi sono P E R S O
Fa la voce ormai irritatissima, dal distinto accento abbruzzese.

- Come mai il mio GPS per la corsa mi parla? E poi, come mai parla con accento abruzzese?
Fa il  tizio elegante, distinto e suadente , e che attira l'ammirazione degli sguardi di uomini e donne.

- Questa conversazione sta avvenendo nella tua capoccia, Emigrante. Io,  il tuo  GPS non riesco ad agganciare i satelliti, sono confuso e non riesco a dirti a che ritmo corri, perche' hai cambiato troppi paesi in pochi giorni. E poi, Ti sembra possibile che esistano GPS per la corsa con accento abruzzese?

Ecco, piu' o meno a questo stamani pensavo mentre correvo a Bali.
Voster semper Voster

giovedì 17 ottobre 2013

E basta!

E chiamo dall'Italia in America e la sua vocina lamentosa mi risponde con "Helloooo?"
E chiamo dall'America in America e  la sua vocina "Hellooo?" si ripropone
E l'altro ieri chiamo  in ufficio e la voce flebile e seccata  mi fa: ' Io sono molto malata, non mi chiamare di continuo, oppure cambio numero!".
Senti vecchia americana della minchia:
1) Settimana prossima saro' a Bali,  e saro' a 17 ore di fuso, quando tu dormi io sono sveglio
2) Io non voglio chiamarti per nulla, sto solo chiamando numeri di lavoro e non so perche' rispondi tu . 3) Sappi che sto desiderando ardentemente per te una lunga vita, ma piagata dal fuoco di Sant'Antonio.

E basta!
Voster semper Voster
UnPo'SeccatoConLAVecchiaELaTecnologia  Emigrante

lunedì 14 ottobre 2013

E' che...

Sto preparando un viaggio da 36 ore. Sulla terra non su Marte!
Parto Venerdi', che ci volete fare?
Voster semper Voster
NellaBayAreaEmigrante

giovedì 10 ottobre 2013

Dell'Inflessibilita' Italica

Qualche giorno fa a Roma un Emigrante italiano in visita nella capitale della nostra bella e cara Italia decide di fare un giro a Piazza San Pietro.
Vi era il caso che un tizio con uno zuccotto bianco sulla capoccia e che guida una macchina scassata stesse officiando un suo qualche rituale.
L'Emigrante italiano galvanizzato da un certo friccichio della giornata  romana,  mettendosi una mano in tasca e fischiettando allegramente prova a vercare l'ingresso alla piazza presidiata da un manipolo numeroso di poliziotti in divisa. Recatosi cosi' all'ingresso con la sua ormai nota camminata internazionale viene cosi' aspostrofato da un poliziotto della ciociaria:
- Poliziotto : Embe' paisa' mo dove vuoi andare?
- Emigrante : nella piazza San Pietro, perche' non si puo'?
- Poliziotto : Ntzu , non si puo'. E' tutto blindato, non lo vedi ca ci sta lu Papa?
- Emigrante: Eh, apposta ci voglio andare; per vedere il Papa
- Poliziotto: Eh, fresca! A te stava aspettando lu Papa. Che non lo sai che ci stanno li terruristi? Non si puo' passare, chi nun lo vedi che qui noi stiamo a fare la guardia?
- Emigrante: ma io non sono un terrorista, volevo vedere il Papa e San Pietro!
- Poliziotto: Seee e che mi vuoi gabbare? Si tu eri nu terrurista mica lo dicevi! Vattene che ti mettu allu gabbio sa!

Piegato alle ragioni di stato della maschia ed inflessibile vigilanza italica, l'Emigrante si avvia mesto verso un'altra meta,  quando scorge un gruppo di turisti americani di Pocatello- Texas che scavalcano indifferenti le basse transenne (40 cm)  che delimitano il colonnato di Bernini, ed entrano tranquillamente e senza alcun controllo in piazza San Pietro.
In effetti l'Emigrante riflettendoci un po' su trova la cosa ragionevole, in fondo un terrorista  non si azzerderebbe mai a scavalcare come un qualsiasi turista del Texas, ma da sportivo  sfiderebbe il varco creato dalla astutissima e numerosissima polizia italica.
Si',  fossi un terrorista islamico avrei timore di sfidare le misure di sicurezze italiche. Avrei paura che potrebbero spararmi per errore su un piede.

Voster semper Voster
Sono Pazzi Questi Romani



sabato 5 ottobre 2013

Brevi aggiornamenti di una mente stanca

No, non ho sonno. Le 4 del mattino di una Domenica italiana dove Ottobre  ė arrivato e mi ha sorpreso, concentrato come sono su viaggi infiniti tra due vite, tra un tempo passato ed un tempo che ancora non ė.
L'Italia non mi lascia mai indifferente, spesso mi fa arrabbiare e poi mi lascia a bocca aperta con scorci la cui bellezza non ha rivali. Potrei passare ore ad osservare il Cupolone dalla galleria che immette alla magnificenza della Cappella Sistina. Se solo non ci fossero orde di turisti sudati distratti dal chiacchericcio informato di guide che ripetono senza passione una storia che nemmeno loro più ascoltano.
E mentre a  Milano passerò questa settimana,  già preparo un infinito viaggio dalla California a Seul e Singapore. E Bali.
Miglia da percorrere prima di dormire.
Voster semper Voster

martedì 24 settembre 2013

The Truthcarrier

Phil Corvis era nato in uno  sperduto villaggio del Kansas, in un parco di case mobili da una giovane madre ed un padre che non conobbe' mai. Frutto di una "relazione" nata e consumata   in  venti minuti nel retro di uno scassato Ford pickup F150.
Era nato brutto, piccolo e gracile econ una brutta pelle rosea. Occhi verdi e piccoli ed un naso grande che fin da piccolo gli aveva donato un'aria sgradevole. Phil aveva però un dono; era intelligente, molto intelligente. Ma era venuto su malevolo, detestando il mondo.

Tutto comincio'  il 25 Settembre del 2013  a Mountain View (California), sede di Google, con la seguente email:
"Cari Signori, 
Vi scrive Erik Pasternak  da Orlando (FL), per segnalare un incredibile  baco del vostro sistema di email. Mia moglie digitando la sua password (sbagliandola per giunta!) e' per errore entrata nel mio account di posta Google.  
Notate per favore che  la sua password e' diversa dalla mia. Per puro spirito di indagine  ho poi provato ad entrare nell'account di mia moglie, e qualsiasi parola digitassi come password il sistema mi faceva accedere alla sua  email. Ho poi provato con diversi account di amici e conoscenti, ed e' sempre lo stesso! Si puo' accedere a qualsiasi account google digitando lo user name e come password una qualsiasi sequenza di lettere. Preso dal panico ho provato a cancellare le email "sensibili' sul mio account ma il sistema mi impedisce di farlo! Non posso cancellare le email che ho scritto e ricevuto! Ora chiunque puo' leggere le mie email ! 
Mi auguro che vogliate apporre rimedio al baco con la massima sollecitudine!
Sinceramente.
Erik"

E la email divenne virale.

E tutti seppero nel mondo che  gli account di posta di Google potevano essere consultati da chiunque.
Poi accadde a Yahoo, e quasi nello stesso giorno a tutti (proprio a tutti)  i server  di posta elettronica del mondo. Inclusi quelli aziendali e delle amministrazioni statali anche segrete! E poi toccò ai social media, Facebook e Twitter, e poi Pinterest e gli altri. Non esisteva piu' conversazione elettronica che potesse definirsi privata ne' che potesse essere cancellata.
Le borse mondiali crolllarono immediatamente alla notizia, Gli Stati Uniti di sciolsero a fine Ottobre, l'Europa un mese piu' tardi. Internet fu "spenta" a Febbraio, troppo tardi per salvare la civilta' cosi' come era stata conosciuta.

Tempo dopo ne  fu trovata la causa;  un virus informatico era stato nascosto nel codice di tutte le versioni di "Tomcat",  l'applicativo open source che gestiva la quasi totalità delle transazioni su Internet.
Il codice malevolo era disegnato per innescarsi esattamente il 25 Settembre e non poteva essere rimosso. Ne fu individuato il nome:  'The Truthcarrier" (portatore di Verita') . Il programmatore, tale Phil Corvis, si era ucciso il 25 Settembre proprio il giorno in cui compiva 22 anni.

Trovarono  un  biglietto nel suo taschino: "Veritas Vos Liberat".

Voster semper Voster










domenica 22 settembre 2013

Come sono visti gli italiani all'estero?

Uno degli sport piu' amati dagli italiani e' chiedersi come veniamo visti all'estero. La triste verita' e' che all'estero siamo visti piu' o meno come qualsiasi altro paese,  che pero' e' particolarmente divertente sfottere amichevolmente (per lo piu') stante la permalosita' degli abitanti.
Avendo girato (e girando ancora) il mondo, fatemi riportare alcuni stereotipi che ho sentito su di noi:

Diffuso in tutto il Mondo
Gli italiani guidano male. Alla guida siamo pericolosi, indisciplinati, usiamo il clacson di continuo, ignoriamo il codice e non siamo  per nulla educati.

Svezia
Parlate un inglese comico. Ma che vi insegnano a scuola?

Repubblica Ceca
Non vi e' differenza per voi se siete sposati o no. Uomini e donne sono sempre alla ricerca di avventure.

Germania
Voi votate Berlusconi perche' siete come lui; insofferenti alle leggi, un po' puttanieri, e vi piace spassarvela.

Francia
Non sapete fare i vini rossi, ma i bianchi non sono male.
Siete vanitosi, soprattutto gli uomini. Sembra sempre che dobbiate andare ad una sfilata di moda.
Siete disorganizzati, il vostro paese e' un casino.

America
Quando una donna viaggia in italia riceve sempre un sacco di apprezzamenti.
Siete passionali.
Siete il paese delle chiese.
Gesticolate un sacco.
Mi piace l'aglio, quindi mi piace la cucina italiana.


Cuba
Ma gli italiani non sono tutti biondi? (Rivolto a me)

Voster semper Voster
NoBiondoNO Emigrante



mercoledì 18 settembre 2013

Viaggio nel tempo

.......
- Ed avete le basi lunari e ci andate in vacanza sulla luna?
- No non andiamo sulla luna da decenni, ma abbiamo avuto i primi turisti spaziali
- Ed avete le macchine che volano?
- No, niente del genere
-Ma vanno a 300 all'ora  ed ad acqua, vero?  Quante ruote hanno?
- No, hanno 4 ruote, sono sempre a benzina o Diesel (senza superbollo) e consumano piu' o meno come ora, che anno e' di preciso? Il '78? 
-Il 1979 ed è Settembre! Scommetto che siete immortali, però!
-No, non lo siamo.  Moriamo intorno agli 80 anni,
- E che succederá all'Italia di bello nel futuro?
- Vinceremo 2 coppe del mondo
- E poi?
- E poi nulla, 
- Avete il Papa' nero?
- No, era una cazzata.  Ma abbiamo avuto un Papa che si è dimesso, ed  un Papa argentino che va in giro con uno scassone di macchina. 
- Quale è la notizia del giorno da voi oggi? Intendo nel tuo oggi?
- Tutto il mondo parla di una novità in un telefono
- E che c'è di interessante in una scatola di plastica grigia  con una rotella bucata?
- Nulla in effetti, hanno cambiato una specie di "rotella"  e tutti sono ansiosi di provarla. E tutti ne parlano. Pure tua figlia di 10 anni.
- Avro' una figlia?
- Si' e non solo, ma non posso darti altri dettagli.
-Non avete altri divertimenti che parlare di un  telefono?
-Ci sono altri divertimenti , ma  e' che noi con il telefono ci leggiamo il giornale, scattiamo foto, compriamo biglietti per le partite.
- Ma non e' scomodo portarsi dietro tutto quel filo? Ed il telefono pesa..
- Si è scomodo, ma ci siamo abituati
-E che ne sarà di me? Diventerò medico missionario in Africa?
- No, non faremo..non farai  il medico, ma andrai via dall'Italia
- Allora  che faccio di lavoro?
-Aiuti ad impacchettare, e vendere...aria. Spesso prendi questa aria e ne fai qualcosa di sexy ed alcuni ne sono affascinati e la comprano per milioni
- E' legale quest'aria?
- Si, è quasi un lavoro rispettabile, si chiama Marketing ....Quasi rispettabile! Devo andare ora, vado a vivere un altro po' della tua vita, ma  ci incontreremo ancora
- Ancora una domanda; sei..sono felice?
L'uomo sembra sorpreso e per un attimo assume l'espressione assorta  di chi stia guardando uno schermo televisivo,  quindi accarezza il bambino sulla testa e poi lo abbraccia forte, ed i suoi occhi per un attimo si fanno acquosi.
- Andra' tutto bene alla fine, te lo prometto

Voster semper Voster





martedì 17 settembre 2013

Delle Armi in America

Potrei farvi un pippone su come vengono percepite le armi in America.
Ma,  l'offerta che mi e' arrivata oggi in e-mail, sintetizza bene il concetto:


Trovatevi uno con la licenza federale autorizzato a comprare e vendere armi a cui spedirle,  e potrete ricevere a casa vostra i fucili a pompa in sconto. Le munizioni no, potete ordinarle senza restrizioni ne' intermediari (NDA in alcuni stati, pochi, non si puo' ordinare armi on line. In California si').

Voster semper Voster
IoHoUnMosseberg



sabato 14 settembre 2013

Di Russi E Di Italiani in America

Venerdì pomeriggio in un certo ufficio della Silicon Valley; happy  hour a base di birra artigianale  e videogames . Ci sono due ingegneri, uno russo, ed uno elegante, bello, potente, intelligente ed italiano (ho scritto bello?).  Conversano:
- Russo  : Non vedo l'ora di andare a Roma, in Italia
- Bello et Potente: sei mai stato in Italia? La conosci?
-R : No, mai stato,  ma ai tempi dell'Unione Sovietica le uniche canzoni occidentali che ascoltavamo erano italiane. 
-BetP:  Ho timore di chiedere, ma che ascoltavate?
- R : " Filicitá " di Albano e Romina era la mia preferita. e poi c'erano le canzoni di ToTo Cutugno. E poi Adriano Celentano, il mio preferito.
-BetP: Mi dispiace tanto, sono italiano ma non ė colpa mia
- R: Pensi che a Roma potrò trovare qualche Cd di Albano e Romina? E Celentano?
-BetP: No! Sono illegali da tempo nel mio paese, mi spiace
Li lasciamo cosi', con  il Il russo che guarda perplesso BetP indeciso se credergli. E Bello et Potente che riflette sulla cultura italiana esportata all'estero, che però gli conferisce un broncio decisamente sexy.
Lascio alla vostra perspicacia identificare tra i personaggi di questa storia chi sono io.
No, meglio di no, Io sono l'italiano.

Voste semper Voster
CraponiCheSeNonViAiutavoIo Emigrante

giovedì 12 settembre 2013

Intimismo

Se non foste follower su twitter (@emigrante) vi sareste persi la mia svolta intimista. Rimedio.


Fumi profondissimi si insinuano nei freddi circuiti del mio cellulare, quasi senzienti ad evocare memorie ancestrali. E immense distese dense di nebbie orientali  scivolano  prive di confini materiali. Cuoco della malora, allora me  lo fai apposta?

Un sacco di pensieri nuotano nel mare del mio liquore cerebrale. Si saranno ubriacati?

Strade infinite percorse su ali di piombo.  Unti pescatori percorrono con torce incandescenti oscuri sentieri lisci come seta. Alla fine tra il bene ed il male vince l'Io, vita e fiore. Melliflua creatura debordante in uno spazio siderale perfettamente infinito.

Una luce ancestrale mi scalda  l'anima. Bolsi pensieri ad altezze siderali crollano come pietre monche. Ho un sombrero sulla capoccia e  mi stendo e lascio passare l'ombra fumosa delle anime passate come piccoli peperoni lucidi. Si',  mi serve pace. E  una luce all'orizzonte mi rischiarava il pancreas o la milza. E poi da un tombino spunto' lei.

Due treni che si avvicinano e non si scontrano. Due anime che  invece non si avvicineranno mai. Accumularsi di complicate geometrie geneticamente stabilite. Masse ormai informi di strutture decontestualizzate. Ribellione acida!


Voi vi siete persi del tutto quel genio che era il Bruzzi!
Voster semper Voster

martedì 10 settembre 2013

Cose Buone e Meno Buone di una Vita in California

Ad oggi sono piu' di sei anni anni che vivo in California.
Circa quattro anni fa feci una lista delle cose buone e meno buone della nuova vita californiana. Ora trovate i pareri che avevo nel 2009 comparati a quelli di oggi.

Cose buone :
  • 2009 il Nord California e la sua raffinatezza;
  • 2013 Confermo, la Bay Area e' un posto raffinatissimo (e poi ci vivo io)
  • 2009 il clima, mai umido e bello per la maggior parte del tempo. In due anni non ho mai indossato un maglione di lana
  • 2013 Vero, ma da Dicembre a Febbraio vi e' una sorta di stagione delle piogge, dove appunto piove sempre
  • 2009 la gente, multietnica colta ed interessante . Mai (o quasi) maleducata
  • 2013 Vero, ho un sacco di amici che mi ispirano 
  • 2009 la cultura, le universita' qui intorno sfornano teste notevoli. La presenza in uno spazio ristretto di giganti della cultura (Berkeley dove ho studiato, oppure Stanford , UCSF, oppure JFK University) rende la Bay area un posto intellettualmente magnifico per vivere
  • 2013 Questo non è cambiato
  • 2009 la natura, prorompente intatta e presente. Se vedete un cartello di attraversamento cervi e' facile che poi li vediate davvero. Se mi va di vedere il passaggio delle balene vado a Point Reyes (30 minuti di macchina da dove vivo)
  • 2013 Ormai do per scontato incontrare branchi di cervi al mattino presto, e mi incazzo quando i tacchini invadono il mio giardino
  • 2009 il colore del cielo nella East Bay, e' azzurro intensamente azzurro
  • 2013 Vero, forse solo la Sicilia ad Agosto ha una luce simile
  • 2009 Gli amici, soprattutto i Konrad
  • 2013 I Konrad non ci sono piu', Ma un sacco di altri buoni amici si'
  • 2009 Gli automobilisti, in due anni ho usato il clacson 2 volte
  • 2013 Ed e' ancora vero. Ho visto però un paio di omicidi per diverbi in macchina. Credo che nessuno suoni per paura di essere sparato.
  • 2009 la mia carriera, nonostante la crisi.
  • 2013 La mia carriera, e la crisi è finita da un pezzo 
  • 2009 la carriera scolastica di mia moglie, anche se ora che studia psicologia sono nei guai. Capira' presto che sono pazzo?
  • 2013 Ha capito che sono pazzo
  • 2009 i bambini perfettamente bilingue
  • 2013 Francesca ha ora problemi a parlare in italiano. Spesso usa termini inglesi anche in italiano.
  • 2009 I week end, bellissimi ed intensi. C'e' sempre qualcosa da fare
  • 2013 Sempre vero, anche se ora abbiamo la piscina ed è facile impigrirsi. Ora spesso i week end sono spesi accompagnando i bambini alle varie attivita'.
  • 2009 il costo dei vestiti e delle macchine (anche di lusso) . Fate conto che tra i beni di prima necessita' una camicia di Ralph Lauren costa 30 dollari ed una Porche Cayenne (base) 45 Mila dollari.
  • 2013 Una Porsche 911 ben equipaggiata 108 Mila dollari. Un Touareg base sui  45 Mila. Ora uso camicie di K.Klein (60 dollari)
  • 2009 Il presidente Obama
  • 2013 Anche se era meglio da pacifista e quando non voleva andare in Siria!

Cose cattive
  • 2009 la televisione, piu' volgare (quasi) di un programma condotto da un membro della famiglia di Maurizio Costanzo. Violenta e piena di reality estremi ad ogni ora. Ci sono programmi che mostrano autopsie oppure cornuti portati sul luogo dove il coniuge sta tradendo.
  • 2013 la Tv e' sempre la stessa, ma chi la guarda più?
  • 2009 il cibo, da evitare come la peste cio' che non e' organico oppure venduto da Wall mart. Chiaro, se volete evitare di diventare fosforescenti al buio. L'esempio migliore e' il latte fresco non organico, ha la lista degli ingredienti che contiene di tutto, tranne il latte.
  • 2013 il cibo che ormai compriamo solo da pochi e selezionati posti (Whole Food, Berkeley Bowl, Costco, Farmer Market) e' di qualità assoluta. Non ci manca nulla del cibo italiano, si trova tutto.
  • 2009 la violenza, qui si puo' morire per strada perche' eri al momento sbagliato nel posto sbagliato. E se ti sparano in macchina perche' ti hanno scambiato per un gangester, il giornale locale ti dedichera' al massimo un trafiletto. "Not a big deal " come dicono qui
  • 2013 Stessa solfa
  • 2009 il caffe' espresso, pessimo (quasi) dovunque
  • 2013 Ormai mi piace il caffè lungo americano, ed a casa ho la Lavazza Espresso Point che fa un caffè buonissimo
  • 2009 la pizza, pessima dovunque
  • 2013 Non ovunque, Da Tony's o da A16 a San Fran e' veramente buona.
  • 2009 i red neck, ovvero i bianchi poco scolarizzati e davvero piu' vicini nella scala evolutiva al lombrico che all'uomo. Da noi un ignorante sa che alcune cose fondamentali non si fanno; ruttare e scorreggiare in pubblico, mettere le dita nella presa della corrente, evitare di cavalcare la nonna per andare al lavoro. Ecco un red neck no, e nella sua ottusita' puo' diventare violento, e considerate che spesso ha almeno 5 o 6 armi da fuoco (ammesso che sia in grado di trovare il grilletto per sparare).
  • 2013 Stessa Solfa, solo che adesso i Red Neck fanno un sacco di reality show; c'e' il red neck che costruisce richiami da caccia, che scava pozzi di petrolio, che ripara macchine, o che cattura coccodrilli ed animali strani. Insomma da fenomeno di costume è diventato role model. 
  • 2009 il dollaro. Al momento e' meno apprezzato del Turkmeno, valuta corrente del Turkmenistan russo!
  • 2013 Stessa solfa, ma e' voluto dalla Fed per mantenere l'economia competitiva.
  • 2009 le tasse di proprieta' sulla casa, piu' dell'1% all'anno del valore reale . Se la casa vale un milione di dollari ci pagate poco piu' di 10 mila dollari l'anno di tasse che vanno al comune dove vivete.
  • 2013 ora la mia casa vale molto di piu' di un Milione di dollari, ma per fortuna una legge della California mi consente di pagare le tasse sul valore dell'immobile quando era stato acquistato nel 2009.

Voster semper Voster

giovedì 5 settembre 2013

Roma Caput Mundi

A fine mese saro' a Roma. Se ci tenete, organizzatemi una parata sui Fori Imperiali. Ma si, nel caso va bene anche il Circo Massimo. E vi accontentero' se vorrete farmela fare nella (ormai in disuso) Papa Mobile.
Vi confesso che l'idea di passare del tempo a Roma mi piace e mi mette di buon umore. Vi ho mai detto che secondo me e' la citta' piu' bella al mondo?
Voster semper Voster


mercoledì 4 settembre 2013

Della Incapacita' di Creare

Seguite queste istruzioni:
Prendete un gruppo di occhialuti orientali molto bravi in matematica o a creare circuiti elettronici.
Sceglieteli con attenzione,  gente che non ha fatto altro nella vita che studiare.
Metteteli in un ambiente gerarchico.
Chiedetegli di inventare un orologio touch screen.

Risultato:
Mettono 4 viti su uno schermetto ed un bracciale da casio anni '70, ed ecco la schifezza che ti producono:
Si' Samsung, avete anche voi l'orologio touch screen. Ma e' una schifezza, sapete solo copiare.
La vera innovazione viene sempre e solo dalla  Silicon Valley. Per un sacco di buone ragioni.
Voster semper Voster
ASamsungMancaCultura

lunedì 2 settembre 2013

I Lavori di Bughondo

Bughondo ė un paese singolare, lo sapete, ma nulla ė così particolare come il lavoro di saggio a vita.
Il lavoro di saggio a vita bughandese consiste nel partecipare alla vita parlamentare con un tradizionale golfino a fiori, ed annuire sempre ad ogni intervento. Non deve fare altro.
A Bughondo ė  tradizione a cui tengono tantissimo quella di nominare i saggi a vita. 
Ora vi spiego come si diventa saggi a vita a Bughondo:
L'anziano del paese, detto U' vecchiariello, si mette li' a pensare con una gazzosa al limone. E di solito si addormenta. Non appena si sveglia chiede l'elenco di quelli ricchi e famosi.
In base a come sembrano i cognomi, U' vecchiarello ne sceglie quattro. Tipicamente sceglie tizi i cui cognomi finiscano in "papazio". Determinati con cotanto deterministico sistema  saggi da nominare, U vecchiariello gli assegna un vitalizio annuo da 300 mila cucuzze bughondesi. Fatto questo, viene quindi fatta una legge per tassare i bughandesi per mantenere i "papazi".
 La legge viene chiamata dai bughandesi la " papazia" e per qualche ragione non ė tanto amata.
Voster semper Voster
AspirantePapazio Emigrante

giovedì 29 agosto 2013

Appunti sparsi su Las Vegas

Sono appena tornato nella Bay Area da Las Vegas, e ribadisco che e' un posto (citta'?) che detesto ferocemente. A futuro memento fatemi puntualizzare:

1) E' un posto triste
Con orde di redneck (cafoni) che la affollano alla ricerca di divertimenti pacchiani ed esosissimi, ristoranti per lo piu' di plastica, come le tette delle modelle che lascive invitano da ogni dove ad assistere a spettacolini di streptease o soft porno. Naturalmente vi e' qualche eccezione tra i ristoranti (provate il giapponese "Japonais" al Mirage e poi ringraziatemi per la dritta) e le tette (ehm!).

2) Per disgraziati
Ho contato almeno 5 tizi su sedia a rotelle, ossigeno ed infermiere al seguito che li trascinavano verso i tavoli da gioco. Mi e' incomprensibile come uno che stia per tirare le cuoia voglia spendere gli ultimi giorni della vita a Vegas.

3) Con degli ottimi Buffet
Dove alloggiavo questa volta (il Red Rock Resort strategicamente lontano dalla strip dei grandi alberghi, dunque ottimo per business convention prive di distrazioni) con 6 dollari (sei) vi consentiva di mangiare tutto il cibo  che vi andava scelto da kilometrici vassoi colmi di carni, pollame, pizza, 'giapponese', 'cinese', e dolci. Se aggiungevate 3 dollari potevate anche avere una bibita a scelta.
So di persone che vanno in vacanza a Vegas solo  per abbuffarsi nei buffet degli alberghi. Raccomandatissimo il buffet del Bellaggio, sebbene si aggiri sui 30 dollari circa, e quello del RIO che ha il famigerato buffet di aragosta.

4) Pazzi
Solo dei pazzi vanno a Vegas ad Agosto, oppure chi come me viene pagato per farlo. Di giorno e' praticamente impossibile respirare per via del caldo ed il tasso di ozono. Di sera e' quasi (quasi) fattibile.
Non vi resta quindi che infilarvi negli alberghi ed immergervi nelle loro atmosfere surreali.
Dopo un po' troverete normale passare da Bellaggio alla Roma del Caesar  solo per un gelatino o per pisciare.


Voster semper Voster
ACuiPiaceIlGelatino Emigrante



lunedì 26 agosto 2013

Las Vegas

Ineluttabile come una tassa, eccomi a Las Vegas. E non sono nemmeno in un pacchianissimo hotel sulla strip ma in un resort appena fuori citta'.  Pensatemi molto mentre navigo per stanze fumose, tra gente vestita in maniera pacchiana ed intossicato da cattivo cibo. E come se non bastasse ho ore ed ore di presentazioni a teste di legno che non capiranno un fico secco di quello che diro'.
Per fortuna mi portano la colazione in camera.
Voster semper Voster

martedì 20 agosto 2013

Un italiano a New York

Se foste in downtown, Manhattan New York, e vedeste passare uno vestito da golf, in total black look, con camminata internazionale, che fischietta qualche canzone dei Ricchi e Poveri ( mado' che premessone,  prendete fiato..),  bene potrei essere io.
Nel caso dichiaratevi !
Voster semper Voster

giovedì 15 agosto 2013

Breve intervista ferragostana con me stesso

In occasione del Ferragosto, L'intera redazione del blog ha deciso di non osservare con la  tradizionale abbuffata la festività, ma con spirito di servizio  si è  riunita in sessione plenaria ed ha deciso di porre alcune selezionate domande all'Emigrante:
- R:  Ciao Emigrante
- E:  Ciao 
- R:  Come Va?
- E:  Tagliamo corto con i preliminari? Non ti sembra gia' strano che mi stia auto intervistando?  
- R:  E che caratteraccio!  Comunque, volevamo sapere, come passerà il Ferragosto l'Emigrante?
- E: Esattamente nello stesso, stessissimo modo degli ultimi 6 anni, sono un tradizionalista
- R: E cioè?
- E : Lavorando come una bestia, {mode  chic, mondano ed internazionale ON},  Sai ho delle presentazioni  a New York e Las Vegas nelle prossime due settimane.{mode off}
- R: Come come? Non  festeggi il Ferragosto?
- E : in America il Ferragosto non è una mazza, e non si festeggia. È un giorno feriale!
- R: Ah, capito! Passiamo a domande personali, quale è il segreto della tua bellezza?
- E: Ma nulla, sono nato così, ed ogni tanto  uso la crema al melone francese di Cindy Crawford
- R: E'difficile coniugare il ruolo di sex symbol e di mogul della tecnologia?
- E: in generale lo sarebbe, ma a me viene spontaneo
- R: Grazie per l'intervista ed in generale di esistere , Emigrante!  A nome dell'intera redazione!
- E : Prego, ho io una domanda per concludere..
- R : Ma prego! Bello, affascinante e potente come sei ne hai ben diritto..
- E : Che ne dici se  ora se la smettiamo di fare i pisquani su Internet ed andiamo a correre?
- R : Sì, forse è meglio.

Passatemi un buon ferragosto e non esagerate con il cocomero eh?
Voster semper Voster

martedì 13 agosto 2013

Il patacchino

Come se niente fosse, vigliaccamente, ecco un temutissimo momento che tutti gli espatriati di lungo corso devono prima o poi affrontare; rinnovare il passaporto all'estero.
Qui a San Francisco e' relativamente facile, vai sul sito del consolato, scarichi il modulo e  lo compili, lo spedisci firmato insieme ad altri documenti.   Ed attendi pochi giorni dopo la chiamata che ti fissa l'appuntamento per ritirarlo, non prima  di aver devoluto alla nostra bella e cara Italia 104 dollari e 40 cents.
Devo dire che l'intero processo e' semplice e veloce ed il consolato di San Francisco e' veloce ed efficiente (bravi!). In12 giorni ho rinnovato il passaporto.
Ma l'esperienza e' stata buffa, grazie ad un romagnolo. Io ero li' che aspettavo il mio turno  fischiettando funniculifunnicula' (e' che io mi immedesimo nell'italo americano),  quando qualcuno busso' violentemente alla porta. La porta si apri' ed una coppia trafelata si precipito' all'interno.
"Aiuto , mo mi serve aiuto, c'ho un problema grosso" fa lui ignorando completamente la coda e recandosi allo sportello. Ricacciato in malo modo dall'impiegato ed invitato a fare la coda, di malavoglia si mette in coda, e comincia a farugliare qualcosa che sembrava una litania romagnola che piu' o meno faceva " 'tacchino, ho perso  il 'tacchino". A questo punto spero che non mi chiamino prima che il romagnolo presenti il suo caso davanti all'impiegato.
Arrivato finalmente il suo turno, e con  un vocione che era difficile ignorare, eccolo sciorinare un autentico pezzo di cabaret:
- ".. mo' 'scolta sono in guai grossi, ho perso il patacchino"
- "Ha perso cosa?" fa l'impiegato un po' sorpreso.
"ho perso il patacchino della patente!"
"E  che e' 'sto patacchino?"  chiede  l'impiegato
-"mo quel patacchino che ti mettono sopra quando ti danno la patente. A Cesena l'avevo , quando son arrivato qui mi son accorto di aver perso il patacchino"
- "non si preoccupi, qui nessuno le chiedera' il patacchino" fa l'impiegato con invidiabile flemma
-"mo e' sicuro che non mi faranno storie al noleggio auto, vedendo la patente senza patacchino?", un  poco convinto romagnolo chiosa
- "lei non dica nulla che c'era un patacchino, e vedra' che non se ne accorgeranno. Nel caso gli dica che il consolato italiano sa che lei ha smarrito il patacchino".

Uscito "patacchino" ho riso per buoni due minuti, insieme all'impiegato.

Voster semper Voster
CheNonSaSeHaIlPatacchino Emigrante

domenica 11 agosto 2013

A New York State of Mind


"Same folks like to get away, take a holiday from the neighborhood..Hop a flight to Miami Beach or to Hollywood.
But I'm takin' a Greyhound on the Hudson River line.
I'm in a New York state of mind."

Accendo una sigaretta con un minerva, e ne aspiro le prime boccate dall'aroma vagamente del legno. Osservo il fumo azzurrino perdersi nella stanza semi buia, e torno a guardare le luci della strada  dal grattacielo in cui mi trovo, scorrono veloci. Una musica di sottofondo inasprisce  la tristezza  che mi assale ogni fottuta domenica sera, quando infine  il sole perde la sua battaglia quotidiana con le tenebre.
Mi allento la cravatta ed aspiro dalla sigaretta. Una stanchezza atavica mi pervade.

" I've seen all the movie stars in their fancy cars and their limousines.
Been high in the Rockies under the evergreens. I know what I'm needin', and I don't want to waste more time. I'm in a New York state of mind.
........
I'm in a New York state of mind"

Il mio pensiero si fa cinico e sofisticato. Ed immagino complicati scenari, e raffinate vendette. La mia mente per qualche ragione pensa  a Bruto ed alle Idi di marzo. Io sono Bruto, io sono Alessandro Magno.  E di Leonida ed i suoi trecento l'erede.

"But now I need a little give and take
.........
I'm just taking a Greyhound on the Hudson River line.
Cause I'm in a, I'm in a New York state of mind"

Poi mi arrendo al mio nulla, e mi lascio trasportare dal reo tempo fino  alla fine dei miei giorni. Ma non oggi. Per adesso butto la sigaretta e resto nel mio New York State of Mind.


Ora siete liberi se vi va di ascoltare qui  New York State of Mind, e rileggermi e rileggermi mentre ascoltate quella canzone.

Voster semper Voster

venerdì 9 agosto 2013

L'angolo dei lettori

Come forse sapete se mi leggete da un po', se mi scrivete la solita email in cui mi chiedete "come faccio a trasferirmi in America?" oppure mi mandate un Cv, e' praticamente certo che non vi rispondero'.
Perche' mai dovrei perdere tempo con voi se non avete voglia nemmeno di fare qualche ricerca su Internet prima di fare domande scontate le cui risposte trovate ovunque.
In genere rispondo laconicamente, e  con generici incoraggiamenti a cui per lo piu' non credo, a chi e' giovane ed entusiasta.
Oggi pero' rispondo collettivamente ad un po' di email:

Antonello, non credo sia possibile che tu trovi lavoro legalmente in America come autista o cameriere. Stattene a casa, non ne vale la pena.

Caro Stefano "incastrato dal sistema italiano", e con una laurea in ingegneria ambientale, temo tu abbia una laurea poco appetibile sul mercato americano. Non ho idea nemmeno di che faccia un ingegnere ambientale. Ai mie tempi noi  ingegneri studiavamo per costruire ponti, chip, software, macchine. Se vuoi venire in America vienici conla prospettiva di studiarci e lavorare.

Noemi di 22 anni, no! Non prendere un aereo e presentarti qui nei ristoranti per un lavoro, ti aspetterebbe una vita per nulla facile.

Marco M, io ho studiato nella business school di  Berkeley per un Master in BA, da graduate. In generale devi sostenere un esame di ammissione specifico per laureati (G-Mat e' chiamato), avere un curriculum lavorativo significativo (possibilmente con buone referenze) e sostenere spese nell'ordine dei 50 mila dollari (o piu') per anno accademico.

Marco studente di architettura, non ho ben capito che mi stai chiedendo, se un consiglio di viaggio per il 2014 o di vita futura. Comunque su un sacco di siti ti dicono quanto costa avere in leasing una macchina.

Adriano M., una volta un filosofo tedesco scrisse :"Mio caro amico non ho tempo di scriverti una lettera corta, percio' te ne scrivo una lunga". Non leggo email autobiografiche  di 3 pagine di testo scritte fitto fitto

Simone M non ho capito che mi stai chiedendo, a parte menzionare una lista di PHD che vorresti frequentare. Se hai una domanda falla.

Studente romano del politecnico, lavorai in passato per  Cisco, l'Mba mi fu pagato dall'azienda, sono stato trasferito da executive dalla mia azienda, ma quanto ho in banca non te lo dico.

Marta C. io non sono scappato dall'Italia, mi sono trasferito in un grande paese. Hai 18 anni, prima pensa a laurearti poi a 'scappare'. Non si 'scappa' da messicani, e' antieconomico.

Se vi aspettate una risposta, chiedetemi cose sensate o scrivetemi email carine! Oppure allegati assegni sostanziosi.

Voster semper Voster



martedì 6 agosto 2013

Come Un Circense Pelato in Babydoll

Capita a volte all'Emigrante  di parlare davanti delle celebrita' o uomini incredibilmente ricchi e potenti. Il piu' delle volte in queste circostanze all'Emigrante fanno fare  l'imbonitore circense; avete presente il tizio con i baffoni pelato  con su una specie di babdydoll nero scollato,  che attirava nei tendoni dei circhi del primo novecento gli astanti? Ecco io sono praticamente identico.

Venghino siori e siori , entrino che e' tutto una meraviglia; abbiamo la donna barbuta, l'uomo ragno, l'uomo a due teste oggi no che e' a casa perche' ha il cimurro.

E poi a volte l'uomo pelato mangia il fuoco e lo sputa. Insomma avete presente? Ecco a volte cosi' mi sento.
Voster semper Voster
VenghinoSioriVenghino Emigrante

venerdì 2 agosto 2013

Il Destino Vi Sta Giocando Ancora

Siete arrivati su questa pagina per causa mia, tanto vale mi presenti. Io sono il Destino, si' proprio quel destino, quello che nonostante tutti i vostri sforzi e la vostra attenta pianificazione vi ha cambiato la vita piu' di una volta, alterando piccole e spesso  insignificanti circostanze.
Se vi ha detto bene vi ho fatto perdere un treno o un autobus, o vi ho rimandato un esame. Ma  potrei avervi fatto molto di peggio, sapete che intendo, niente di personale.
Se volete immaginarmi, e voi umani siete cosi' legati alla fisicita', immaginatemi un signore alto e distinto sui 50 anni, porto sempre un cappello e mi chiamo Rodolfo. Si' mi chiamo proprio cosi'; Rodolfo.

Ma non affannatevi a provare a riconoscermi quando vi saro' accanto,  non ve ne accorgerete ne' vi accorgerete del mio 'tocco'.

Mi aggiro tra di voi distratto ed invisibile  per lo piu' finche' qualcuno non mi attrae.
Ecco per esempio poco prima un tizio stava mettendo in moto una macchina che lo doveva portare in aeroporto, ma con un mio "tocco" lui manda un sms ed una donna si sposa.
Oppure quel ragazzo biondo cosi' serio che aspetta ora l'autobus, poco fa gli ho fatto perdere il metro' che l'avrebbe portato sano e salvo a casa. Non sono cinico ne' baro, sono solo Rodolfo il Destino.
E vi ho appena  fatto perdere tempo  a leggere questo post che inneschera' per alcuni di voi conseguenze significative nella vita futura.

Vi ho giocato ancora.

Voster semper Voster
Rodolfo Emigrante

lunedì 22 luglio 2013

Una Passione e Melissa


Mettetevi comodi e chiudete la porta della stanza dove siete,  mettete a letto i bambini e se dovete prendetevi  da bere, giacche' nel seguito vi narrerò di una grande  e scabrosa passione e del suo prezzo che pagai e continuo a pagare per essa.
Si spengano le luci, si faccia silenzio, e' una notte di mezz'estate.

Esistono nella vita di un uomo relazioni speciali, e queste sono spesso con donne bionde.  Questo non e' il mio caso.  La mia relazione speciale e' una sola, sebbene    Melissa sia bionda e che ovviamente c'entri.
Ricordo  la prima volta che la vidi, doveva essere lo scorso Maggio, quando  matto e disperatissimo mi recai alla sua porta. Dio solo sa quanto avrei voluto che il destino non mi avesse portato fin li'.
Bussai e lei mi apri' con  l'espressione professionale e rassicurante a di chi sa da sempre cosa c'è da fare in queste situazioni. Nella sua professione aveva conosciuto uomini di tutti i tipi: eleganti, viziati, arroganti timidi, probabilmente anche diverse donne, e con tutti aveva sempre colto e mitigato quel frammento di disperazione al suo cospetto.
Non esitò  un attimo, ne' arrossi',  quando allungò la mano  per prendere quello che io già stringevo forte nella mia mano: "ne avrò cura", mi sussurro' suadente.

E Dio mi e' testimone che fu cosi'. Quando tutto fu compiuto, ella oscillò appena la lunga chioma bionda e  senza nemmeno l'ombra di un  un sorriso mi chiese " carta di credito o assegno?"

Giurai di non volerla vedere piu' per lungo tempo, quando colpevole tornai a casa .  "E' stato solo un caso, e non si ripetera'",  mai più incidenti di questo tipo!

Mai promettere cose che il destino puo' beffardamente costringerti a non mantenere.

e capitò ancora..

Rincorsi telefonicamente Melissa,  e mi diede appuntamento per le 9 del mattino.  Ma  quando arrivai  lei era  ancora con il cliente. E quando bussai attraverso la finestra vidi che era una donna brutta e muscolosa vestita con un completo da uomo.  Una lesbica evidentemente.

Fortunatamente fini'in fretta con lei e venne  da me.

Melissa " non volevo interromperti con il cliente di prima.." dissi con educazione ed un po' in colpa.

" Non ti preoccupare. La sua è solo una Boxer.., allora cos'ha la 911 questa volta?"  mi rispose con professionale curiosita'.
Ed io in cuor mio   gia' sapevo che anche questa volta Melissa, il capo tecnico dell'officina Porsche di Walnut Creek,  avrebbe richiesto un pesante obolo alla   passione per la mia  911.

Voster semper Voster
DonneEMotori Emigrante.








sabato 13 luglio 2013

Keywords Settembre 2012 - Giugno 2013

Puntualissime come un treno delle Ferrovie dello Stato  o come un aereo di Alitalia, ecco le keywords di ricerca su google  piu' curiose degli ultimi mesi, e  che hanno portato singolari visitatori sul blog. Siccome vi so pigri ed ormai prossimi alle vacanze estive,  ve li ho classificati cosi':

Gli Impressionisti
Ovvero chiavi di ricerca generate da "googlaroli" (ho appena coniato un neologismo inedito?) che hanno una vaghissima idea di che cercano, e spesso  pure (molto)   confusa. Gli impressionisti mi hanno stupito e  lasciato ad interrogarmi sull'universo e tutto quanto con :

andare semper in bagno ogni volta che si mangia un dolce
cazzottiera american ebay
foto del cipresso cazzus
due cantanti ricci che ballano per strada
ristoranti in vendita negli usa è detto tuxedo (NDA tuxed in inglese indica lo smoking da serata di gala )
secchio per fuga

I Filosofi 2.0
Se prima di leggere le keywords fossi stato costretto sotto minaccia di un'arma  a classificare le domande filosofiche, non avrei esitato  ad indicare come categorie la metafisica (Dio, Perche' esistiamo? ), la   conoscenza (esistiamo? Che definisce la vita? E l'universo?) e l' etica morale (l'eterna dicotomia tra il bene ed male). Ma dopo aver letto  di seguito concorderete con me che la Filosofia che abbiamo studiato a scuola va ridefinita alla luce delle nuove e rivoluzionarie domande che si interrogano su:

a quando la rivoluzione 2012?
pepperoni pizza perchè?
america come festeggiano la festa della donna porno?
guardare i porno è da maniaci?
l'azienda può chiedermi di svegliarmi alle 3 del mattino?
aprire o no un camioncino?
avete mai visto un alieno?
perchè non mi viene di fare pipì quando mi trovo nei bagni pubblici?

Gli Erranti
Essi errano, nel senso che sbagliano:

aprire una schuala di italiano in usa
lezione in calabreze
sono un ricercatore da 5 anni in america dove posso inviare il mio curriculo

Gli Assertivi
Essi non vanno su google per cercare, ma bensi' esprimono nella casellina di ricerca opinioni e giudizi che mettono in dubbio sulla bonta' del principio della liberta' di espressione:

c'e una casetta piccina sposi di scaricare dal midi file
cacciamo i cinesi a calci nel culo dall'italia
lievito di padre pio non farla
magra "mangia come un bue"
mia moglie è racchia
per halloween vestitevi da coglioni tanto le facce di cazzo ce l'avete già!!...

I Teneri
Per essi furono inventati i baci Perugina e le notti stellate:

castagnaccio e amore
lasciatemi vivere la mia vita, non fermatemi ! fatemi amare,
esisterà la donna che mi amerà?

I Maniaci di Nicchia
Uno per tutti a definirne l'archetipo, il mitico "gazzo" (Cfr. le precedenti keywords), sono sporcaccioni  con perversioni  a metà tra un  manicomio criminale ed un film di Louis de Funes:

cerca film porno di uomini che si travestono e si fanno scopare come troie
cerco film porno gratis con un po di dramma
film porno italiani film porno italiani con donne italiane piemontesi
film porno italiani ti piasce il gelato
zuca cazo porno

Ed infine un acuto  lettore digitò:

voglio entrare nelle keywords di se continua così lascio

Here we go Bro.

Voster semper Voster
ComeUnCantanteRiccio Emigrante

sabato 6 luglio 2013

Guida iper sintetica di Boston - Europa Rieccomi

A Boston non c'e' una mazza da vedere per un turista italiano. Si' c'e' il "Fredom Trail", il sentiero della liberta', in pratica i luoghi storici in cui ebbe inizio la rivoluzione americana. Ci sarebbero i campus di Harvard e del MIT, ma a voi di questo che ve ne cala?

Oggi finiscono le mie vacanze, torno per qualche giorno in Europa.
Saro' a Milano fino a Martedi', allertate i gelatai di preparare scorte sufficienti di gelato al pistacchio e cioccolato. Poi saro' a Dublino per qualche giorno.
Passo e chiudo dagli States,

Voster semper Voster
UnTantinoNomade Emigrante

mercoledì 3 luglio 2013

Post Polemico Sulle Aragoste del Maine

In questi giorni mi tovate ad Ogunquit nel Maine, stato famoso per le aragoste, e meno per essere abitato dalle alci (moose in inglese) . Quello che non sapevo e' che l'aragosta qui e' un ossessione.
Non appena entri in Maine cominci ad essere perseguitato dall'aragosta; adesivi sulle macchine, disegni nelle insegne dei ristoranti, souvenir pacchiani del crostaceo ovunque, finanche sulle strade due ciclisti avevano sul casco le antennine da aragosta! (uhm NDA a  Milano si potrebbe fare lo stesso con   il panetùn? .
Occorre dire che di aragoste se ne pescano in abbondanza, e sono  veramente economiche,  vendute nelle pescherie vive intorno ai 12 dollari al kilo.
Ora, una regione che abbia abbondanza di una materia prima (tipo il tartufo nelle langhe, o a Milano il panetùn appunto) normalmente sviluppa nei secoli gustosi modi per prepararla in cucina. In Maine no! In Maine l'aragosta te la servono o bollita (con burro fuso o maionese ) o come "lobster roll".
Leggendo su tutti i menu' o insegne "outstanding lobster rolls, uno chissa' che si immagina.
Involtini di aragosta, oppure gustose pastelle in cui la carne del crostaceo compaia in qualche insospettata preparazione.
Vi confesso che ordinai il mio primo lobster roll con una certa curiosita'. E quando un panino con dentro aragosta bollita e maionese mi fu presentato squadrai silenziosamente il cameriere per un lungo minuto,  in dubbio se insultarlo o meno. Poi decisi di mangiarlo, il panino intendo.
Mi auguro che non si mettano mai a cucinare l'Alce, che tanto so gia' inventerebbero il creativo "Moose roll".
Voster semper Voster
GarconUnaBistecca Emigrante







lunedì 1 luglio 2013

New York - Pillole di - E Gelato Cioccolato al Pistacchio

Non esiste una citta' come New York. E' cio' che Milano vorrebbe essere ma non sara' mai.

New York e' cosmopolita ma meno di Londra, e vale una regola importante; si gioca secondo le regole della citta'. Un indiano a Londra resta un indiano. Un indiano a New York e' un newyorkese.

Little Italy sta per essere cancellata da orde di negozi cinesi disordinati e con le luci al neon. Vi sarebbe pure un museo dell'immigrazione italiana, ma e' piccolo ed a prima vista sembra il negozio di un  pizzicagnolo Una parte importantissima della storia americana e della nostra in 30 anni non esistera' piu'. O forse resteranno solo pizzerie. Come tutto cio' che riguarda l'Italia una tragedia finira' in commedia. La storia raccontata da Little Italy annotera' che ad Ellis Island arrivarono solo pochi  pizzicagnoli e pizzaioli. E che si trovava con abbondanza il provolone Auricchio.

New York si bulla  di non dormire mai, ed infatti in piena notte continua ad essere nevrotica e vitale. Ma perche' mai anche di notte i guidatori delle ambulanze, la polizia ed i pompieri devono usare le sirene? E provare ad attivarle solo agli incroci? E poi, e' proprio necessario fare i lavori stradali con i martelli pneumatici alle 4 del mattino di Sabato in una zona ad altissima densita' di Hotel spesso frequentati da Emigranti italiani in America che vivono in California?

Il traffico e' orrendo e cattivo. Potreste trovarvi bloccati per ore in un fiume di taxi gialli con tizi che terranno premuti i clacson tanto per sport.

Esistono un'infinita' di ristoranti e locali meravigliosamente come si deve. E sono popolati da tizi ben vestiti. Qui e' il regno degli hipster (per fortuna non solo), fighetti vestiti in maniera improbabile, per visualizzare un hipster immaginatevi Lapo Elkan solo con l'aria molto meno idiota.

Deve esserci una legge che obbliga gli immobili ad essere amministrati da liguri. Sono tutti invariabilmente in pessimo stato di manutenzione. Anche gli edifici con appartamenti venduti per decine di milioni di dollari hanno spesso i vetri sporchi, pareti annerite dallo smog e facciate meno in vista scrostate.

Quando si parla di New York in realta' si usa una sineddoche. Ci si riferisce a New York con una sua minuscola parte l'isola di Manhattan.

Ho pagato in zona Murray Hill una piccola coppetta di gelato cioccolato e pistacchio 7 dollari, mio record personale.  Era nemmeno malissimo ma sciolto.

No, non ho piu' l'eta' per vivere a New York.

Voster semper Voster




venerdì 28 giugno 2013

10 cose + Una che fanno a Ny e non a SF - Post di un groupie

Ecco #10 cose piu' una che fanno a NY e non a SF:
  • Fottersi parte del resto ai caselli autostradali
  • Rimpicciolire Little Italy
  • Servire buonissimi bagel
  • Appendere prosciutti nei ristoranti
  • Fumare
  • Passare con il rosso ai semafori,
  • Spingerti
  • Suonare il clacson, 
  • Vivere dopo le 3 del mattino, 
  • Vestirsi bene
  • Ospitare Alice di Alice e la Bestia

Come ve la immaginate Alice?

Simpatica, amichevole, ironica, intelligente, spiritosa,  piacevole?
E' cosi'.

Vorreste che stesse nella vostra stessa citta' per invitarla spesso a cena insieme al Grinta?
E' cosi'.

E' una di quelle persone che ti fa  bene passarci del tempo insieme?
E' cosi'

Insomma se dite tutto voi di Alice, io che scrivo a fare?

Voster semper Voster

martedì 25 giugno 2013

Day 2 -3 Washington

Concludo la mia visita a Washington con una  guida rapida, inutile imprecisa e cialtrona della citta':

Arlington - il cimitero dei soldati
Se uno ha combattuto per l'America, ha diritto di essere seppellito in questo cimitero monumentale.  Merita una visita solo per due motivi:
- State morendo e vi serve in fretta una sepoltura pomposa
- Avete l'albergo vicino alla Casa Bianca e vi serve dove andare a correre
Nel secondo caso, andateci verso le sei del mattino, perche' troverete i Marines che si allenano, e se andate piu' forte di 4':30" al Km potrete poi bullarvi sul vostro blog di aver fatto il culo ai Marines.

Lincoln Memorial
Se avete presente la piscina rettangolare che "vedeva" di fronte a se Martin Luther King nel famoso discorso "I've a dream, ecco essa si trova ai piedi del monumento piu' pacchiano, dorico, e senza senso di tutta Washington. Perche' mai si debba erigere un tempio dorico in omaggio ad un essere umano mica l'ho capito tanto.  E dentro 'sto tempio un Lincoln gigantesco sta seduto per l'eternita'come a rompersi i coglioni  pensando " Ma 'sti fetenti mi potevano mica fare 'na statua come a tutti?"

Smithsonian
Sono un complesso di musei notevolissimi che sono tutti  nella zona detta del  "National Mall". Un rettilineo di qualche kilometro che unisce l'obelisco dedicato a Washington con il palazzo del Congresso.
Non li ho visitati tutti perche' avevo la lingua gonfia dall'umidita'. Tuttavia al museo di storia americana trovate in esposizione  lo "Star Spangled Baner" , ovvero la bandiera che ha ispirato l'inno americano. Al museo dello spazio trovate un sacco di missili e pezzi di navicelle spaziali. Al museo di storia naturale animali impagliati con l'occhio da triglia ed un sacco di scheletri. Ci sarrebero poi i musei dedicati all'arte,  ma proponendone la visita ho rischiato l'ammutinamento della ciurma composta da bambini di dieci anni piuttosto malmostosi.

Casa Bianca
Vi recherete con le mani in tasca, camminata internazionale, e fischiettanti verso il simbolo del potere americano. Qui, una volta innanzi alla residenza dei presidenti americani vi aggiusterete i capelli se femmine, o il pacco se maschi,  ed esclamerete la frase che tutti gli italiani immancabilmente pronunciano davanti alla White House :" Me la aspettavo piu' grande!". Pare che il servizio segreto catturi e sottoponga ad interrogatorio ogni sedicente italiano che non abbia pronunciato specificatamente questa frase.

Gergetown
Potrei scrivere un sacco su questa zona, ma il succo e' evitate la pizzeria Paradiso. Pizza fatta alla vigliacca come viene viene, menu' sgrammaticato in pseudo italiano, conto esoso.


'Mbe'? Ve lo dicevo che era una guida imprecisa e cialtrona no?

Voster semper Voster
NewYorkArrivo Emigrante

sabato 22 giugno 2013

Day 1 - Washington

Washington anche da turista e' esattamente come la ricordavo; sofisticata, elegante, colta ma umida. Ha carattere ed ha una storia da raccontare. Ed adoro Georgetown.
Ecco alcune osservazioni ordinate a capocchia della giornata:

Semafori per i pedoni:
A differenza della California i pedoni hanno un sacco di tempo per attraversare gli incroci. Mentre in California in media si hanno 20 secondi (concessi da un segnatempo al semaforo), a Washington la media e' 40 secondi o piu'.

Un sacco di giovani in citta'
A San Francisco il tizio medio che incontrate per strada ha piu' di 25 anni.  A Washington invece trovate parecchi giovani sotto i 25 anni. La ragione e' che le universita' (prestigiosissime) che qui hanno sede sono locate fisicamente in citta'. A San Francisco i campus di   Berkeley, Stanford, e le altre universita' che hanno sede nella Baia sono troppo distanti per permettere una frequentazione costante  della citta per i giovani universitari.

Detestano i Newyorkesi
A Washington non hanno tolleranza alcuna verso i newyorkesi. Anzi,  non si fanno sfuggire l'occasione per assestargli un colpo di clacson ogni volta una macchina con la tipica targa gialla si impappini nella citta' forestiera. Io non avrei nulla da obiettare in proposito, ma porca la miseriaccia schifa prima di detestare uno che guida una macchina con targa newyorkese, ed accertarsi prima che per esempio  non sia  un californiano (del tacco) emigrato sei anni fa in America che guida una macchina presa a nolo?

Musei Gratis
I musei piu' belli (Smithsonian) sono gratis. A San Francisco non e' gratis nemmeno il museo del pop corn o della patata tipica  della Baia.

Si', se ve lo state chiedendo, potrei viverci a Washington.
Voster semper Voster
UnTuristico Emigrante

venerdì 21 giugno 2013

Rompete le righe

E come tradizione eccomi ad annunciare le mie vacanze. Il processo di americanizzazione deve essere a buon punto se come un americano medio  decido di passare le mie vacanze negli States. Niente Italia quest'anno, non mi manca proprio.
Saro' per due settimane sulla East Coast (Washington DC, New York, Boston ed il Maine). Ma non disperate,  dal 7 di Luglio tornero' in Europa per una settimana, a Dublino. E forse un week end a Milano lo passero'. Statemi bene, tutti.
Voster semper Voster

sabato 15 giugno 2013

Guida Rapida, Cialtrona ed Inutile di Vienna

Questa e' una guida di Vienna che non serve ad una mazza, opinabilissima, incompleta  e composta da informazioni ritrovate nella mia capoccia alle 5 del mattino di un Sabato californiano (NDA Questa premessa vuol forse dire che sto diventando moderato nello scrivere? Ma nemmeno per sogno)

Vienna e' una citta' che appare sospesa tra un passato grandioso ed una modernita' confortevole ma ininfluente.  Girandola la  citta' sembra non risentire della crisi, e non e' difficile trovare cantieri che costruiscono avveniristici e grandiosi grattacieli in vetrocemento.
La citta' e' ordinata, per nulla invasa dagli extracomunitari, inesistenti nel centro i magherebini e senegalesi che invece improvvisano suk straccioni nelle piazze storiche italiane. Anzi i pochi extracomunitari che ho incrociato sembrano  ben inseriti e con un lavoro.
E' decisamente una citta' monoculturale dove la diversita' e' affidata al numero impressionante di ristoranti, pizzerie e gelaterie italiane. E' uno dei pochi posti al mondo civili in cui e' ancora concesso fumare nei bar, alberghi e ristoranti. Anzi sembra andare di gran moda nei posti dell'acchiappo, dove e' facile trovare tizi e tizie  che si accendono sigarette senza aspirarne poi il fumo! Insomma fumatori dilettanti (tsk tsk) che si "sparano la posa". Preparatevi quindi a puzzare dopo l'happy hour  come un portuale ottocentesco che si sia attardato in una osteria dello scorso secolo.
A Vienna si mangia da schifo, mi ricorda la Germania degli anni '80. Ovunque negli alberghi (ma anche negli sparuti commenti su  Yelp) vi indicheranno ristoranti storici  dove si serve Schnitzel da almeno tremila anni (secondo loro), una specie di cotoletta sottile preparata nemmeno malissimo.
L'altra gloria  della cucina locale  e' il bollito misto, composto per lo piu' da carne mediocre lessata alla vigliacca come viene viene e servito  con  leziose salsine non certo memorabili.
I camerieri di questi posti si bulleranno poi dei loro vini locali, spesso contenuti in bottiglie chiuse con il tappo metallico a vite (si anche i i rossi). Davanti a queste offerte assumerete  invariabilmente l'espressione  buonselvaggiograziosoiltuoprodottolocale che  si deve   a prodotti amatoriali  a  qualsiasi latitudine. E poi naturalmente ordinerete una birra, magari anche al limone.
Insomma Vienna e' bella ma non sa di un fava, merita due giorni da turista che e' bene visitare con appositi indumenti smokeproof (esistono?) che abbiano tasche segrete per trasportare buoni vini con tappi di sughero. E quando vi verra' voglia di un gelato recatevi con sicumera da Zanoni&Zanoni, una gelateria non lontana da StephenPlatz, dove ordinando la vostra coppa al cioccolato e pistacchio non presterete troppa attenzione all'inquietante verde smeraldo del pistacchio.
Voster semper Voster
PrestoLaGuidaDiDublino Emigrante


mercoledì 12 giugno 2013

Quando capisci che sei stanco

Sei li' che stai dietro ad un video da 6 ore di fila. Non hai mangiato, bevuto  e nemmeno pisciato. Quattro o cinque persone ti chiedono cose complesse.
Bene, quando una sesta persona ti scrive una mail di lavoro  e guardandoti nel riflesso di un monitor pensi "E' che io questo ruolo da sex symbol non lo reggo" e ne ridi a crepapelle da solo. Ecco, questo e' un indizio che sei stanco.
Ricordatemi che vi devo scrivere di viennesi spilungoni, italiani e ristoranti e birre al limone. Ora sono stanco e me ne vado a dormire.
Voster semper Voster

domenica 9 giugno 2013

Riflessioni Minime Londinesi

Londra e' la citta' piu' cosmopolita del mondo, non vi e' dubbio. L'ultima volta che avevo avuto tempo di visitarla un pochino l'avevo trovata in balia dell'immigrazione araba. E per certi versi e' ancora cosi'. Ma un nuovo potente, e preoccupante, fenomeno mi ha colpito. L'incredibile numero di europei del sud che ivi sono emigrati per sfuggire alla crisi di Spagna, Portogallo, Grecia ed Italia.
Hanno tutti la stessa faccia ed uno stesso 'profilo' che vi riassumo:
- Sotto i 30 anni
- Ben curati, sembra che vadano in discoteca e non a fare i camerieri
- Evidentemente di estrazione media borghesia (bei vestiti, abituati a viaggiare)
- Non ancora consci di essere  precipitati in un  proletariato di stampo ottocentesco. Nessuna coscienza di classe.
- Affrontano il lavoro come se fossero animatori al Club Med. Scherzano tra di loro, sono un tantino fancazzisti e cialtroni, sempre pronti alla chiacchiera con il cliente.
Temo che la crisi italiana(e sud europea) abbia generato una generazione di camerieri di alto bordo.
Passo e chiudo da Londra, da oggi mi troverete a Vienna.
Voster semper Voster



mercoledì 29 maggio 2013

In Europa

Sto per arrivare, ma niente Italia questa volta. Solo Londra e Vienna.
Animo, prima o poi verro' in Italia.
Voster semper Voster

venerdì 24 maggio 2013

Di Occidente del Fico Barbuto e di una Foto

In occidente siamo nei guai grossi. Dove mi trovo io, negli States, meno che da voi in Italia o in Europa. Seguitemi nel ragionamento e vi spiego in che guai siete (siamo) tramite il "Fico Barbuto".
Il fico barbuto e' il frutto perfetto per l'occidente moderno; e' ecologicamente sostenibile dato che cresce spontaneamente, non richiede ne' acqua ne' fertilizzanti (che anzi sono deleteri e ne impediscono la crescita), e cade da solo senza spappolarsi, quindi non richiede sfruttamento di manodopera. In piu' il barbuto e' deperibilissimo, non sopravvive nemmeno in frigor, se staccato dalla pianta per piu' di 12 ore. Quindi niente trasporti a lunga distanza, niente CO2 emessa. Il fico barbuto e' insomma perfetto per l'occidente fichetto (appunto !) e parolaio che e' ormai cosi'  sofisticato che mette all'indice i prodotti non organici, non eticamente prodotti,  ed a zero impatto ambientale.
Si potrebbe dire senza forzatura che una larga parte degli occidentali si possa riconoscere nel  fico barbuto!
Bene, ora immaginatemi un macellaio da stereotipo, rozzo e poco sofisticato. Sempre macchiato di sangue. E che il macellaio trovi sulla sua strada un fico barbuto. Tipicamente quello che accadrebbe e'  che il macellaio, fottendosene delle qualita' del fico, lo mangerebbe e lo sputerebbe se facesse schifo senza tante storie.

Bene ecco una foto sotto dove il fico barbuto incontra il macellaio. Fate attenzione con quanta delicatezza e ragionevolezza  il fico barbuto e' li' che dispiega tutte le sue qualita'.
Ed osservate sullo sfondo quanti fichi barbuti eco sostenibili ed antirazzisti stiano a guardare.
Nella foto non compare, vi e' anche un uomo a terra decapitato dal macellaio.  Che questa volta non ha usato il piccone.
E soprattutto non compaiono i fichi barbuti che vi spiegano ogni giorno di quanto tollerante ed amorevole sia l'Islam. O quanto importante sia l'accoglienza e la solidarieta' anche quando vi spaccano la capoccia - ops la buccia- a picconate.

Voster semper Voster


lunedì 13 maggio 2013

Pioggia

E' il tardo pomeriggio di un giorno di primavera nel sud della Florida, dove l'impossibile tasso di umidita' rende l'aria densa e palpabile, ed  umori di fritto, spezie ed ignote fragranze tropicali si avvinghiano all'anomala consistenza.
Un tizio vi corre veloce,  soffrendo ormai da qualche kilometro l'afa irrespirabile. Una goccia e poi una seconda annunciano il temporale che sta per scatenarsi di li' a poco.
I locali trovano velocemente un riparo mentre l'uomo continua a correre.
Ed ecco la pioggia cadere travolgente, ed in pochi minuti allagare le strade, e rendere plumbea la luce.
L'uomo continua a correre, e' completamente bagnato, ma sembra sorridere. Il suo passo e' ora velocissimo, affonda entrambi i piedi nelle profonde pozzanghere. Affronta con piglio deciso una  salita di un ponte. E' uno di quei ponti mobili che si sollevano per consentire alle navi di passare. L'uomo e' fermo sotto la pioggia torrenziale ad attendere che il ponte si abbassi. Alcuni automobilisti senza espressione lo guardano con compassione.  Ma lui sembra felice. Sembra augurarsi che quel  ponte rimanga alzato per sempre.
E' qui finisce questa storia  lasciando l'uomo per sempre fermo a guardare  in uno scuro pomeriggio  di primavera la pioggia  che cade dal cielo,  felice.
Voster semper Voster

sabato 11 maggio 2013

Una Societa' Allo Sbando

Frotte di extracomunitari mal pagati e dalla  professionalita' dubbia.
Un presidente buono ma un po' rincitrullito.
Dirigenti scadenti ed un po' mascalzoni.
Senza soldi e con le pezze al culo,  ma con velleita'.
Nessuna programmazione solida per il futuro, i pochi giovani di talento fuggono e vanno all'estero.
Cacciati in malo modo dall'Europa che conta, con nessuna possibilita' di rientrarvi.

Sto parlando del'Inter!

Voster semper Voster



martedì 7 maggio 2013

Esiste una buona regola per scrivere

Occorre avere qualcosa da dire. Ed in questo perido non l'ho.
A parte che Venerdi' saro' di nuovo in Florida a Boca Raton. Per una settimana.
Spero non sia umido come al solito.
Ah dopo l'attentato di Boston  mi sono iscritto alla Bay to Breakers che si correra' il  prossimo 19 Maggio a SF.  Se ci siete fate un fischio.
Voster semper Voster
UnLatitante Emigrante

martedì 30 aprile 2013

Indovinello rivelato

La torta era in asta alla cena della scuola dei bambini. La California da' ad ogni scuola circa 8000 dollari all'anno per bambino. Nelle aree piu' affluenti viene richiesto (ma non è obbligatorio) un contributo mensile. A Lafayette viene suggerita una donazione di 400 dollari al mese a bambino.
Le scuole poi si finanziano con cene , balli, e pic nic dove si tengono aste di beni e servizi i cui proventi vanno alla scuola. In genere viene chiesto ai genitori di donare gli oggetti da mettere all'incanto.
La torta, sebbene fetente e costosissima, fu un affare se comparata al parcheggio riservato ( aggiudicato per 6 mila dollari) o la palla firmata da i giocatori dei warriors (3 mila dollari), o al tiramisu' battuto all'asta per 1200 dollari.
Voster semper Voster
UnAstutoFilantropo Emigrante

domenica 28 aprile 2013

Indovinello

Sabato sera ho pagato il dessert per l'intero tavolo a cui sedevo. Una torta fetente alla carota ed alla panna, pagata 800 dollari. La torta non l'ho mangiata, e non era per nulla buona.
Eppure sono contento, e l'avrei pagata fino a 1000 dollari.
Spiegatemi perche'.
Voster semper Voster

giovedì 25 aprile 2013

25 Aprile

Noi siamo un popolo strano, festeggiamo il giorno di una sconfitta militare. Unico paese al mondo.
E tutti contenti.
Voster semper Voster

lunedì 22 aprile 2013

Un Piccolo Campo

Se mai vi capitasse di trovarvi nella capitale del Nevada, Carson City, in una soleggiata giornata di primavera cercate una strada che si chiama Old Clear Creek. Non potete mancarla se seguite le indicazioni che portano alla prigione di stato.

La strada si inoltra tra sparute case male in arnese che via via scompaiono per far posto al deserto.
Saprete quando state arrivando al piccolo campo di questo post quando vedrete alla vostra sinistra una vecchia e sgangherata Maserati quattro porte con il radiatore dipinto di bianco.
Poche centinaia di metri e sulla destra troverere un parcheggio per  case mobili e camper, dove ci vive la manovalanza piu' povera.
Parcheggiate dove potete, scendete dalla macchina ed incamminatevi per pochi metri oltre il recinto delle case mobili.
Li' un recinto rugginoso con nessuna insegna e porta delimita un piccolo campo pieno di tombe.
Sono tutte scavate poco profonde, sono recenti  e con piccoli cumuli di terra con cui le fosse sono state riempite.
Non vi sono foto, qualche croce di legno artigianale, ed una pietra del deserto grigia con disegnato un cuore rosa. Spesso spira un vento caldo che deposita cartacce sulle tombe e sposta mazzi di fiori di plastica da una tomba all'altra.
Molti fiori di plastica sono intrappolati nelle rugginose maglie del recinto di ferro.

Fatelo solo se avete sensibilita', certezze nella vita e siete soddisfatti di voi stessi.

Voster semper Voster

sabato 20 aprile 2013

Tex Willer e Kit Carson

Io ero (e sono) un grande fan di Tex Willer -Aquila della Notte.  Inseparabile di Tex era Kit Carson, ricordate? Ed io passero' il week end a Carson City (Nevada), nominata cosi' appunto in onore di Carson.  So' soddisfazioni.
Voster semper Voster


venerdì 19 aprile 2013

Forse serve una comunicazione

l'Islam sara' pure una religione di pace e tolleranza, ma possiamo affermare allora che i seguaci di questo schifoso culto da beduini  non lo capiscono tanto bene?
I bastardi animali di Boston sono musulmani, ma tua guarda il caso. Ed erano venuti in questo paese rifugiati, e questo paese li ha accolti  dandogli  molte piu' opportunita' di quel cencioso paese da cui provengono.
E loro mettono una bomba che uccide cittadini inermi, donne e bambini.
Mi auguro tanto che abbiano ragione gli islamici, e che esista un paradiso per i martiri, solo che non di  vergini popolato, ma  da finocchi in perenne fregola.
Voster semper Voster
CheLIslamMiHaRottoICoglioni

giovedì 18 aprile 2013

A Bughondo si elegge il Presidente

Il Presidente di Bughondo e' una figura importantissima, quasi religiosa. Pensate che tra gli indigeni esiste chi ha come ruolo il portare al Presidente bughandese, ovunque egli vada, un trono in oro e velluto rosso per evitare che sieda le nobili terga su comuni sedie. Egli vive in una capanna sciccosissima, ed e' circondato da guardie spilungone che hanno sulla capoccia code di cavallo, che altra funzione non hanno se non guardare negli occhi tutto il giorno il Presidente.
A Bughondo in questi giorni si elegge il nuovo Presidente, come al solito occorre qualche delucidazione per lo straniero che si avventuri nella comprensione del particolare sistema bughandese.
Il metodo di scelta del Presidente si articola in  piu' fasi, che riassumo di seguito:

Fase Uno, la scelta dei candidati
I saggi di Bughondono si riuniscono in una taverna e per prima cosa si ubriacano. Poi stabiliscono chi tra i saggi non e' mai stato in galera, non e' contumace, ed ha piu' di 90 anni.
Di solito con questo geniale metodo si arriva a 2, al mssimo 3 candidati. E si puo' passare alla fase detta del coppino.

Fase Due, Il coppino
I candidati vengono portati nella taverna anche controvoglia. Vengono insultati da tutti i saggi che poi improvvisamente iniziano a battere ritmicamente le mani. E' questo il momento del coppino, dove a tutti i candidati viene somministrato da ogni saggio elettore il tipico coppino bughandese.
Una manata sul collo che di solito si  arrossa. Quando tutti i saggi elettori hanno dato il coppino a tutti i candidati, si passa alla fase della decantazione.

Fase Tre, la decantazione
Questa fase e' la piu' lunga e noiosa, in diretta Tv si osserva quale candidato rimane in vita dopo tutti i coppini ricevuti. L'attesa di solito si prolunga per qualche giorno, finche' non si e' pronti per la fase Ad cazzum.

Fase quattro, Ad cazzum
Quando tutto sembra pronto per eleggere il piu' resistente dei coppinati, qualcuno dei saggi si ricorda di avere un amico di scuola o dei tempi del calcetto che e' incensurato. Allora con grande enfasi
annuncia " Ma io c'avrei un amico giusto..". A questo punto magicamente tutti i saggi concordano
che l'amico del tizio e' quello che ci vuole e lo eleggono in 3 minuti.


Ad elezione avvenuta prendono il nuovo Presidente e lo inchiodano ad una specie di palo da lap dance e lo portano in giro in processione per il paese su una macchina vecchia. Questo per 28 giorni.

Voster semper Voster


lunedì 15 aprile 2013

Bastardi

In una maratona a 4 ore dall'inzio arrivano le persone di mezz'eta, i padri e le madri di famiglia spesso. Persone normali che si sono preparate per mesi a correre, alazandosi presto al mattino o correndo tardi la sera. E che avevano le famiglie ad aspettarli all'arrivo.
Chi ha messo quella bomba e' loro che voleva colpire,  gente come me!

Voster semper Voster





mercoledì 10 aprile 2013

Il Ragazzo grasso

Ogni mattina il ragazzo grasso si vestiva con indumenti inadatti alla stagione, alla sua eta' ed alla stazza. Indossava d'inverno e d'estate sempre degli short e delle scarpe da tennis non di marca. Ed ogni mattina esattamente alle 5,  mettendosi  sulle spalle un pesante zaino carico di cianfrusaglie, usciva.
Ed affrontava come prima cosa una ripida salita che rendeva penoso il suo incedere, e buffa la fereoce determinazione che egli metteva nel superarla.
Fu forse il suo desiderio malato di sentirsi cattivo, che gli fece fermarare la macchina,  prendere la pistola e sparare in testa al ragazzo grasso.
Contemplo' per un attimo la nuova dignita' del ragazzo grasso steso a terra in una pozza di sangue.
Penso' che  ne ammirarava la  costante determinazione,  e che gli scappava di pisciare.
Quindi torno' in macchina e guido'.

Voster semper Voster

venerdì 5 aprile 2013

Alcune grandi domande

Ma che avete votato a fare 40 giorni fa?
L'Italia ora e' una Repubblica Democratica saggia?
Come si diventa "saggio"?
Quanto guadagna un 'saggio"?
Se uno si dimette da "saggio" che diventa? Un cretino?
Un saggio ha sul biglietto da visita la qualifica di "saggio"?
Ma i "saggi' diranno mai cazzate immonde?
Esiste un altro paese che ha un Primo Ministro eletto da un parlamento scaduto e nominato da un Presidente della Repubblica a sua volta  eletto da un parlamento scaduto anni fa?

Voster semper Voster
UnOzioso