lunedì 1 luglio 2013

New York - Pillole di - E Gelato Cioccolato al Pistacchio

Non esiste una citta' come New York. E' cio' che Milano vorrebbe essere ma non sara' mai.

New York e' cosmopolita ma meno di Londra, e vale una regola importante; si gioca secondo le regole della citta'. Un indiano a Londra resta un indiano. Un indiano a New York e' un newyorkese.

Little Italy sta per essere cancellata da orde di negozi cinesi disordinati e con le luci al neon. Vi sarebbe pure un museo dell'immigrazione italiana, ma e' piccolo ed a prima vista sembra il negozio di un  pizzicagnolo Una parte importantissima della storia americana e della nostra in 30 anni non esistera' piu'. O forse resteranno solo pizzerie. Come tutto cio' che riguarda l'Italia una tragedia finira' in commedia. La storia raccontata da Little Italy annotera' che ad Ellis Island arrivarono solo pochi  pizzicagnoli e pizzaioli. E che si trovava con abbondanza il provolone Auricchio.

New York si bulla  di non dormire mai, ed infatti in piena notte continua ad essere nevrotica e vitale. Ma perche' mai anche di notte i guidatori delle ambulanze, la polizia ed i pompieri devono usare le sirene? E provare ad attivarle solo agli incroci? E poi, e' proprio necessario fare i lavori stradali con i martelli pneumatici alle 4 del mattino di Sabato in una zona ad altissima densita' di Hotel spesso frequentati da Emigranti italiani in America che vivono in California?

Il traffico e' orrendo e cattivo. Potreste trovarvi bloccati per ore in un fiume di taxi gialli con tizi che terranno premuti i clacson tanto per sport.

Esistono un'infinita' di ristoranti e locali meravigliosamente come si deve. E sono popolati da tizi ben vestiti. Qui e' il regno degli hipster (per fortuna non solo), fighetti vestiti in maniera improbabile, per visualizzare un hipster immaginatevi Lapo Elkan solo con l'aria molto meno idiota.

Deve esserci una legge che obbliga gli immobili ad essere amministrati da liguri. Sono tutti invariabilmente in pessimo stato di manutenzione. Anche gli edifici con appartamenti venduti per decine di milioni di dollari hanno spesso i vetri sporchi, pareti annerite dallo smog e facciate meno in vista scrostate.

Quando si parla di New York in realta' si usa una sineddoche. Ci si riferisce a New York con una sua minuscola parte l'isola di Manhattan.

Ho pagato in zona Murray Hill una piccola coppetta di gelato cioccolato e pistacchio 7 dollari, mio record personale.  Era nemmeno malissimo ma sciolto.

No, non ho piu' l'eta' per vivere a New York.

Voster semper Voster




10 commenti:

  1. ....valà che ti è piaciuto fare l'emigrante italiano fighetto a NY....confessalo! ;-)

    RispondiElimina
  2. tu però devi imparare a scegliere..o cioccolato o pistacchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, è l'accoppiata vincente!

      Elimina
    2. Ali, te ne devo una coppa da qualche parte nel mondo, ricordamelo.

      Elimina
  3. Prova a comprare un pacchetto di sigarette...
    ;)
    p.s. ma tu i film americani nn li hai mai visti??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi essere matto per fumare negli States...Quali film?

      Elimina
  4. Londra sarà anche cosmopolita ma la sua multiculturalità spesso e volentieri è solo di facciata (si parla spesso infatti di un vero e proprio fallimento in tal senso): le diverse etnie stanno nello stesso posto fisico ma sono distanti anni luce tra di loro (questo accade in molti posti), e per andare avanti semplicemente si ignorano (questo un po' meno).
    Decisamente preferisco un altro tipo di cosmopolitismo.

    Ahah gli amministratori liguri. È che sulla West Coast siete abituati troppo bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero quello che scrivi su Londra, infatti ne sottolineavo la mancata omologazione culturale. E si', siamo abituati bene :-)

      Elimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.