venerdì 25 aprile 2008

Manifesto del mio blog

Da qualche parte in California, 25 Aprile 2008,
Avete presente quando nei momenti di sconforto avete esclamato "se continua cosi' lascio l'Italia"? Ecco io l'ho fatto per davvero il 7 Luglio del 2007 (il 07/07/07 una data quasi biblica). Mi sono trasferito da un anonimo paesino della cerchia milanese in un anonimo sobborgo di San Francisco costa Ovest degli Stati Uniti.
In pratica ho fatto quello che mio padre prima di me fece, emigrando da un paesone calabrese alla grande citta' del nord.
Come ebbe a dire un amico piemontes-meridionale quando gli dissi che intendevo emigrare in America "noi meridionali siamo geneticamente predisposti all'emigrazione". Giancarlo sei sempre stato un poeta.
Che ci faccio con questo blog? Ci voglio scrivere con onesta' su cio' che mi frulla nella zucca, onestamente con me stesso. Se mi accorgero' che non sara' cosi' lo cancellero'. Non ha un tema il blog. Posso scriverci cio' che voglio quando lo voglio.
Sara' in italiano per la maggior parte ma qualche volta scrivero' in inglese.
Firmero' i post con un milanesissimo "Voster semper Voster" perche' mi e' sempre piaciuto lo stile di Max Bunker. Nel mio profilo ci sara' la foto che vedete a lato. E' di un emigrante appena sbarcato ad Ellis Island due secoli fa. Io in America ci sono arrivato senza valigia di cartone, ma con uno zaino con su il logo di una multinazionale del Software. Ma guardatelo negli occhi quell'emigrante, ha gli occhi della tigre e vorrei avere la sua determinazione e la sua certezza di un futuro migliore.

Voster semper Voster

34 commenti:

  1. ASSOLUTAMENTE INNAMORATA DI SAN FRANCISCO E DELLA SUA GENTE.OGNI ANNO MI RITAGLIO DELLE SETTIMANE PER "ANDARE A CASA"...E ORA MANCANO 59 GIORNI ALLA PARTENZA.NEL FRATTEMPO IL TUO BLOG ME NE FA ASSAPORARE L'ARIA...
    UNA DOLCE INVIDIA PER TE CHE HAI SAPUTO FARE IL SALTO.
    GRAZIE.
    Mary
    marylou_z@hotmail.com

    RispondiElimina
  2. ...piacere di avere incontrato il tuo blog sul web! :)
    ...come vorrei avere il tuo stesso coraggio (e forse possibilità...)!!!
    Ho visitato l'America 1 anno fa, e non mi sono mai sentita a casa come li'!

    Come hai fatto?
    Ciao e Buon tutto!

    RispondiElimina
  3. POCHE PAROLE PER DIRE KE TUTTE LE MATTINE TI LEGGO PRIMA DI COMINCIARE LA GIORNATA,COMPLIMENTI PER IL BLOG E' SIMPATICISSIMO.
    P.S.
    Da un Cosentino che vive a Santa Barbara.

    RispondiElimina
  4. Ho dato una scorsa rapida al blog,e ,come dicono a canicattì, it actually kicks major asses!
    Davvero pregnante ed acuto, sei mooolto talentuoso, continua a farmi/ci sorridere.
    Heapsa Luv,
    Maria Laura Irene, Roma.
    sheer-heart_attack@hotmail.com

    RispondiElimina
  5. mi piace il tuo blog...ci sono arrivata di blog in blog, nella rete insomma saltando si filo in filo, non mi ricordo manco come, ora quando faro back back back lo scopriro..
    cmq bello il tuo manifesto e la tua frase iniziale, ma secondo te vincera' obama?io vivo a Madrid, ma muoio dalla voglia di conoscere san francisco e magari chissa la mia prox tappa nella vita sara proprio la california..( o l'australia)...in ogni modo buona notte e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  6. Bello il blog!!
    Sto pensando di venire negli States e di rimanerci!
    è così difficile come dicono avere i permessi x rimanere a viverci e lavorarci?
    Ha qualche consiglio utile?
    Tu come hai fatto?
    Thanks in advance!
    Ciao
    Claudia

    RispondiElimina
  7. Per Claudia
    Purtroppo trasferirsi in America e' difficile per via del visto. Naturalmente escludo che tu voglia venirci da illegale.
    Se cerchi su internet scopri i dettagli. Se non hai particolari lauree oppure non hai un capitale da investire puoi provare la lotteria per la green card.
    Io sono un manager di un'azienda americana e sono stato trasferito in America con un visto apposta chiamato L1 A.
    Lasciami la tua email se vuoi maggiori dettagli.
    Auguri

    RispondiElimina
  8. ...bello il tuo blog.
    Anzi direi anche estremamente utile alle persone che come me stanno cercando di trasferirsi nel paese dello "Yes, we can"....

    Accidendi alla crisi!...ma non sarebbe potuta arrivare nel 3020 dC.?

    Ciao
    Gabriele

    RispondiElimina
  9. Gabriele,
    grazie dei complimenti.
    In bocca al lupo per il tuo sogno

    RispondiElimina
  10. ciao emigrante! complimenti x il tuo blog. io abito in provincia di Verona.sono sposata con un soldato americano. nn ho potuto seguirlo ma spero di farlo il prox anno. andrò a NY intanto x 2/3 mesi poi si vedrà. ho una figlia di 15 anni che nn vuole venire e questo mi blocca un pò oltre al fatto che nn parlo inglese. tu lo sapevi già quando sei partito e tua moglie? a presto ciao
    Mony

    RispondiElimina
  11. Ciao!
    scusa se ti disturbo per farti una domanda che ti avranno fatto in molti:
    è molto difficile riuscire a trovare lavoro negli stati uniti per un biologo ricercatore (mio marito) e una farmacista?
    Saprai bene che la situazione dei biologi in italia è pietosa cosi' saremmo disponibili a trasferirci...
    hai qualche consiglio da darci?
    grazie per l'attenzione

    oraziopippo@hotmail.com

    RispondiElimina
  12. Salve,mi chiamo Miryam,il mio più grande sogno è l'America,vivere e studiare li...più mi informo più mi innamoro degli States, ed odio l'Italia,mi soffoca...ho solo 19 anni ma cm te vorrei emigrare....è molto difficile trovare qualcuno che mi ospita ed un lavoro????il problema è che dispongo dei soldi solo x il viaggio(se lo trovo economico)!!!Ho una voglia matta di imparare l'inglese perfettamente e di andare via dalla Sicilia e in generale dall'Italia,che ormai mi sta stretta!!!!!Se lei potrebbe rispondermi al mio indirizzo e-mail le sarei davvero grata: x_myry_x@hotmail.it!!!Grazie mille e complimenti bel blog!!!!

    RispondiElimina
  13. La foto rappresenta perfettamente tutto quello che hai scritto.

    Non vedo l'ora di sbarcare anche io.
    Manca poco!!!!

    RispondiElimina
  14. Ciao, leggendo oggi il tuo blog mi è venuto un colpo al cuore, perchè esattamente due giorni fa ho deciso che non era qui (in Italia) che volevo continuare a vivere, bensì voglio lasciare tutto e andare negli Stati Uniti, io ho 23 anni e ho messo da parte i soldi necessari al viaggio e anche abbastanza per vivere tranquillamente per un anno. Parlare con te mi farebbe davvero piacere visto che le mie intenzioni coincidono perfettamente con le tue di anni fa. Ti prego se hai tempo contattami, la mia e-mail è drac05@libero.it
    Spero di sentirti presto, ciao ciao

    RispondiElimina
  15. Ciao, spesso penso che vorrei andarmene pure io e gli Stati Uniti sono il mio sogno da quando avevo diciotto anni (adesso ne ho quasi 40). Mi piace il tuo blog, penso che da oggi troverai un po' di miei commenti in giro... :))

    RispondiElimina
  16. Ciao, Ti faccio i miei complimenti.... Sei e sarai il mio "faro" guida.... anche io vorrei emularti, ti ho spedito una mail dove mi presento e chiedo un piccolo consiglio....

    a risentirci

    RispondiElimina
  17. Mauro,
    Non ho ricevuto la email.

    RispondiElimina
  18. Ciao emigrante, sono molto contenta di averti conosciuto. Leggo con interesse il tuo blog, perché credo che mio figlio si trasferirà negli States per motivi di studio/lavoro e noi genitori, una volta in pensione, forse lo seguiremo. Continua a raccontare, è bello leggerti.

    RispondiElimina
  19. Ciao, ti ho trovato navigando nel web alla ricerca di informazioni che riguardano mio figlio.
    Premesso che è l'unico e ha 22 anni e da 3 anni è a Los Angeles, ha frequentato una accademia di arte drammatica il suo sogno è diventare "attore".Ora ha l'OPT e come molti è alla ricerca di una occupazione.
    Non ti chiedo nulla perchè è comprensibile il tuo "rifiuto" nel rispondere a tutti, in effetti siti che hai elencato hanno moltissime informazioni, mi aggiungo solo e ti seguo.
    Complimenti al tuo blog, è veramente interessante.

    RispondiElimina
  20. mi piace molto il tuo blog davvero molto bello e fatto bene.
    mi è piaciuto soprattutto la premessa :), anche io come te sono figlio di emigranti, che dal sud sono venuti al nord e allo stesso modo sento il bisogno e la necessità di cambiare aria e l'america è cmq il sogno un po di tutti.
    1abbraccio ciao

    RispondiElimina
  21. ciao, ho scoperto il tuo blog un pò per caso; mi piace, scorrevole da leggere, chiaro in ciò che dici.
    Anche io un giorno vorrei cambiare paese e la California è da sempre nei miei pensieri; ciò che è sicuro è che tornerò a leggerti :)

    RispondiElimina
  22. "Il vero patriota soffre virilmente per amore di Patria, e tanto più questa Patria è cagione a lui di dolore, tanto più egli la ama e la serve con un amore perfetto."
    (Maria Valtorta, autobiografia)
    Alla fine sono rimasto in Italia per via di questa alternativa posizione morale. Molto contraria al comune modo di pensare, ma alla lunga funzionante: si sente di stare a fare la cosa giusta.
    Se un giorno tornerete... bentornati!!
    Saluti da Roma

    RispondiElimina
  23. Caro Emigrante, sono nel tuo blog ormai da ore, e girando girando, mi sono resa conto che la mia lettura non era partita dall'inizio.
    Complimenti per il blog, è molto bello e interessante. Quest anno se riesco verrò per la prima volta negli States e io e il mio ragazzo abbiamo scelto la West Coast.
    Mi sai dire se è vero che le carte di credito ricaricabili non vengono accettate praticamente da nessuna parte???
    Grazie mille, Valentina

    RispondiElimina
  24. Ciao Emigrante, sono arrivata solo oggi al tuo blog...io e il mio ragazzo stiamo cercando il modo per trasferirci negli USA, abbiamo già contatti in zona LA. in estate saremo a San Francisco poi in giro fino a Los Angeles da cui torneremo. Grazie intanto per le cose interessanti che scrivi! Chiara

    RispondiElimina
  25. Ciao emigrante, sono Carlotta sono una farmacista e vivo ed abito a Verona:) Da alcuni mesi prendo Lezioni d inglese per cercare di imparare meglio sia la grammatica che lo speaking;) il mio grande sogno ė ny ma la situazioni per i farmacisti so che non è il Massimo:( ma so che una città cm ny potrebbe offrire molto ed altro anche nel nostro campo... Tu sai dirmi qualcosa riguardo la situazione dei farmacisti a ny? Che difficoltà si potrebbero incontrare . Grazie ancora ciaoooo

    RispondiElimina
  26. Ciao Emigrante!
    Complimentoni per il blog, mi sto divorando tutti i vecchi post!
    Mi sei stato segnalato da alcuni amici che ti conoscevano perchè da settembre a novembre verrò negli Usa per ricerca di tesi sulle applicazioni second screen di Social Tv e l'idea era di toccare tappe come San Francisco e New York per parlare con i professionisti del settore. In zona S.Francisco/Silicon Valley, in realtà, non ho ancora molti contatti quindi voglio leggermi bene le tue esperienze per capire un po' meglio come orientarmi.
    Se ti va di scambiare due chiacchiere e darmi qualche indicazione, mi fa più che piacere, il mio indirizzo dovrebbe essere linkato nel profilo di Google.

    Grazie per la condivisione delle tue esperienze a nome di tutti noi aspiranti emigranti in cerca di "qualcosa di più" :)

    RispondiElimina
  27. Ciao emigrante, mi sono appena trasferita in California e trovo il tuo blog molto utile, oltre che divertente e in un certo senso anche rassicurante! Mio marito ed io siamo sbarcati a Los Angeles tre mesi fa anche se avevamo fatto un pensierino anche su S.Francisco, città che adoro ma che diventa un problema per chi si muove sempre in bicicletta come noi: troppe salite!
    Ti seguo volentieri.

    RispondiElimina
  28. non voglio criticarti però ne ho letti tanti di blog su italiani emigrati in america e tutti si trovano lì perchè trasferiti dalla propria azienda. Facile fossero tutti nella stessa situazione, il problema è che molti devono partire da zero e si sa che in america se non sei speciale non ti prendono. Io ho un semplice diploma da elettricista di cui non me ne sono fatto nulla perchè mai riuscito a trovare lavoro in questo campo, ora mi trovo a 28 anni a lavorare da 7 come operaio in una fabbrica. Io sogno andare in america, ma leggendo questi blog più che rassicurarmi mi arrabbio ancora di più. Sposato con figlio e con un misero diploma e non penso di avere speranze di emigrare. A meno che non partecipo alla lotteria, ma sempre da zero bisogna partire e si sa, gli usa non guardano in faccia nessuno vedi quanti homeless ci sono... Con questo chiudo complimentandomi per le tue utili info

    RispondiElimina
  29. Caro Emigrante,
    il mio sogno ricorrente in questi ultimi anni è quello di potermi trasferire negli States e trovare un lavoro gratificante e ben remunerato, che possa garantire un futuro alla mia famiglia. In Italia un lavoro ce l'ho, in ambito informatico, ma gli stipendi sono bassi e la crisi attuale mi porta a pensare che nei prossimi anni non ci saranno grandi opportunità di crescita. Purtroppo non ho grandi mezzi e mia moglie è poco propensa a osare così tanto, lasciando amici e parenti. Sono stato negli States in viaggio di nozze e mi è piaciuto praticamente tutto. Viaggiando coast to coast ho potuto apprezzare la varietà dei paesaggi, del clima e degli americani, con i loro eccessi e stranezze. Non credo che il mio sogno potrà realizzarsi, ma leggendo il tuo blog un po' mi sentirò americano anche io. Complimenti. Saluti.Maurizio.

    RispondiElimina
  30. Ciao volevo avere una informazione , sono italiana fidanzata con un italiano che ha visto lavorativo negli Usa e volevamo sposarci come funzionerebbe in questo caso? Diventando sua moglie mi sarebbe possibile rimanere li ? Grazie mille

    RispondiElimina
  31. Ciao! Leggo e rileggo il tuo blog cercando di infondermi fiducia! Io sto cercando lavoro da 3 mesi in Pennsylvania e neanche in nero lo trovo!

    RispondiElimina
  32. Quale era la multinazionale del software il cui logo portavi sullo zainetto? Tanto per curiosita..

    RispondiElimina
  33. Ciao a tutti , ho bisogno di un consiglio . lavoro in Virginia ,ho un visto e2 regolare , ma credo che il mio datore mi paga in nero. cosa devo fare ? a chi mi devo rivolgere

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.