venerdì 6 dicembre 2013

Elogio di un grand'uomo

Oggi sono qui ad omaggiare un uomo che ha dato tanto all'umanità. Che si è battuto con forza e determinazione per farsi strada nel mondo. E ieri si è spento serenamente.
Sono certo che tutti avrete compreso che  mi riferisco ad Ernesto Copparoni, pensionato di Molfetta.
Sotto nella foto, il sobrio e per nulla pacchiano ricordo del Copparoni, in prima pagina web sul Corriere della Sera.
Siamo in attesa della foto di schiere di fanciulli vestiti un po' in  bianco ed un po' in nero che rilasciano stormi di colombe con rami di ulivo nel becco.



No, è che detesto il lutto mediatico , non ce la faccio proprio a scrivere un pastone su Mandela. E che ci posso fare io se in queste occasioni  le pagine a lutto dei giornali mi rendono insofferente?
Voster semper Voster
WIlFuErnestoCopparoni Emigrante


1 commento:

  1. prime 4 righe : mi hai.. stupito ! ahah

    -luca

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.