domenica 19 agosto 2012

il look teppista

Dovete sapere che c'e' stato un tempo in cui L'Emigrante era sempre impeccabilmente vestito e metteva pure le cravatte. E indossava belle scarpe nere di vitello grasso.
Poi crescendo ha sviluppato una teoria per cui si veste 'bene" solo per clienti importanti, e mette la cravatta solo per ministri o quando deve parlare in pubblico. Di solito infatti va in ufficio vestito da campeggio, ed un paio di volte fu tentato di andarci con pantaloni alla zuava e flip flop.
Ma (c'e' sempre un ma nelle favole) un bel giormo dalla megaditta gli scrivono una email con una foto allegata. La foto e' quella intera di un biondino con la faccia vagamente da satiro e vestito da anarchico dei centri sociali. Felpa nera con cappuccio per non farsi riconoscere alla bisogna, jeans anch'essi neri e scarpe da tennis.
Penso, prima di leggere la email, che devono di sicuro ricercare il biondino per aver sfondato qualche porta ed essersi fregato qualcosa. Leggendo invece scopro che quella e' l'uniforme per la convention di Sydney obbligatoria per chi va sul palco a parlare.
Di conseguenza devo preparare la valigia per essere intonato all'evento, e mi devo ricordare di portare qualche molotov, un tirapugni, e magari un estintore per emulare "er pelliccia".
Vi e' una morale per i ggiovani ( si, con due "g") in questo post: studiate e lavorate sodo ed un bel giorno anche voi come me sarete costretti a vestirvi da grassatori delinquenti.

Voster semper Voster
ExElegantone Emigrante

14 commenti:

  1. ma dici sul serio o è un'altra delle tue? ;)

    RispondiElimina
  2. :) hehe evviva i Dress-code leggeri (vivo in shorts e flip-flop!!!) Anche se ogni tanto mi piace mettermi in tiro. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non piace, e' scomodo! Meglio i jeans.

      Elimina
  3. pare che gli australiani siano molto casual, oltre che delle bestie alle olimpiadi in grado di battere nazioni ben più grandi.

    Consiglio un'abito tipo quelli che usano a south central, LA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Postero' una foto del mio look, stay tuned!

      Elimina
  4. Ma le hostess come le vestite? Da marylin manson?

    Penelope

    RispondiElimina
  5. Non ci credo! Io in Italia ho lavorato per una azienda Americana ero l'impiegatuccia del piano di sotto e sembrava che controllassero più l'abbigliamento che il resto con tanto di schede con i consigli su cosa indossare e cosa no! No cose trasparenti. No cose scollate. No canottine. Non mini gonne. No pantaloncini. No pantaloni con giro troppo basso (di quelli che se ti siedi mostri il sedere o minacci di mostrarlo). No sandali. No scarpe da tennis. No tacco troppo altro. no..no. no...Un America così non mi piaceva manco un po ma questa libertà vale anche per le tue colleghe? Oppure è tutta solo per voi maschietti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà nello specifico, non é liberta ma siamo costretti a vestirci in quel modo. In Silicon Valley siamo in generale molto ( ma molto) informali sull'abbglamento.

      Elimina
    2. prob perche' eri in italia :-)

      [e' per caso un'azienda che inizia che A e che finisce per e?]

      Elimina
  6. "Si può essere seri anche senza giacca e cravatta" è anche uno dei 10 principi di Google. http://www.google.com/intl/it/about/company/philosophy/

    Saluti dalle Alpi.
    W.

    RispondiElimina
  7. Siete informali e anche molto moooooolto snob...

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.