martedì 28 agosto 2012

Della 401K

Uno dei benefit piu' comuni concessi dalle aziende ai "professional' in America e' la cosiddetta 401K (prende il nome da un codice delle tasse). Negli annunci di lavoro e' praticamente sempre citata tra i benefit aziendali.
Si tratta di  un piano pensionistico supplementare alla social security in cui tutti i soldi che vi vengono destinati dal lavoratore godono del vantaggio di avere la tassazione differita. In pratica non ci si pagano le tasse fino a quando non si intende godere dei frutti del  proprio investimento. Poiche' si suppone che in vecchiaia si guadagni meno, la tassazione avverra' con un'aliquota piu' favorevole al lavoratore. In oltre poiche' i soldi vegono conferiti ad un gestore ed investiti, si usa il denaro  normalmente destinato all'erario come leva finanziaria.

Esistono alcune specificita' della 401K che vanno tenute bene a mente:
- Il massimale esentasse (al momento) e' di 17 mila dollari annui;
- Se si intedesse prelevare il capitale in tutto o in parte  prima di aver compiuto 59 anni e mezzo esatti, si incorrerebbe nella tassazione ordinaria piu' una penalizzazione del 10%;
- Non tutte le aziende consentono di  prelevare dal capitale della 401k;
- Il lavoratore puo' chiedere un 'prestito' sul capitale della 401k senza pagare penali (ma viene applicato un interesse);
- Le migliori aziende forniscono un incentivo al lavoratore per partecipare alla 401K, spesso aggiungono alla quota versata dal lavoratore una cifra variabile detta "company match" (3000 dollari o piu' all'anno e' tipico)
- I soldi accantonati vengono investiti dal provider scelto dall'azienda secondo un profilo di rischio scelto individualmente;
- Se si lascia l'azienda, l'investimento puo' essere conferito nel piano 401k della nuova impresa, oppure proseguire con il gestore corrente ( in questo caso la 401K e' detta IRA).

Infine ogni mese si riceve dal gestore un prospetto informativo sull'andamento del proprio portafoglio investito.

Tutto chiaro?
Voster semper Voster

12 commenti:

  1. Anche in Canada lo fanno, ne parlavo con i miei giusto qualche giorno fa! :)

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Non c'entra. E' un piano pensionistico

      Elimina
  3. ... e' chiaro. Io pero' devo ancora capire come e' che io metto il mio pugnetto di soldi bisettimanali, la capa li matcha, loro li investono... e io anziche' guadagnare vado in perdita?!? Boh!
    Alice brontolatrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il tuo gestore della 401K che e' broccolo, o il tuo piano troppo 'aggressivo"

      Elimina
  4. in che senso in vecchiaia si guadagna meno?
    non si guadagna sempre di piu' a mano a mano che si va avanti?

    io sapevo anche che si poteva scegliere se tassare dopo o prima... ma non ne sono cosi' sicura :-/
    [noi dobbiamo ancora iniziarlo]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vai in pensione per definizione non guadagni. Ma ricevi una pensione, che normalmente e' piu' bassa.
      Se e' pre tax e' 401K se e' post tax si chiama IRA o Roth.

      Elimina
  5. Io ci faccio la bocca da 5 anni e ancora non m'è mai stato offerto. Ormai ho perso le speranze.

    RispondiElimina
  6. Emigrante, sai per caso cosa succede quando decidi di tornare in italia? Il governo italiano tasserà in qualche modo quei capitali del 401k che riporti in patria?

    RispondiElimina
  7. Salve Emigrante. Una domanda: sai per caso se il governo italiano tasserà nuovamente i soldi del 401k una volta che decidi di riportarli in italia?

    RispondiElimina
  8. Buongiorno a tutti. Per un residente fiscale in Italia, e' necessario dichiarare il Piano 401K nel quadro RW del modello Unico (per monitoraggio e/o imposta IVAFE) o e' un tipo di previdenza complementare esente da tale dichiarazione?

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.