martedì 7 agosto 2012

Deve essere peggio di quanto sembra

Nelle ultime settimane sono stato contattato da 3 colleghi italiani, con le stesse caratteristiche professionali:
-Ingegneri ( con master)
-brillanti
-Con un ottimo lavoro
Tutti e tre vogliono lasciare l'Italia per l'America, e  per lo stesso motivo:"non c''e futuro".

Per favore, l'ultimo che lascera' l'Italia si ricordi di spegnere le luci.
Voster semper Voster

33 commenti:

  1. BigData Passionate7 agosto 2012 14:42

    Come biasimarli...

    RispondiElimina
  2. Beh, sicuramente è peggio di quanto sembri da qui negli States, specialmente se uno è giovane e si rende conto che in Italia continuerà a sentirsi come un pesce nella rete, se non troverà il coraggio per cambiare qualcosa nella sua vita.
    In Italia ci sono tante cose da cambiare, prima di tutti la nostra mentalità italiana. Per far sì che le cose cambino davvero, dovremmo avere il coraggio di cambiare tutto ciò che non va, ma a me sembra che spesso lasciamo che sia, e finiamo col farci andare bene anche ciò che bene non va con la scusa che "qui funziona così", ma forse perchè costa troppa fatica anche solo l'idea di rivoluzionare tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure emigrare. Appunto! Benvenuta.

      Elimina
  3. Emigrante sei fortissimo, riesci sempre a strapparmi un sorriso.
    Io non sono ingegnere (e nemmeno laureato), ma ho un buon lavoro e anche discretamente pagato, mia moglie ha un buon lavoro anche lei con una discreta retribuzione, una bella casa ecc... e non vedo l'ora di andarmene.
    Motivo? Non c'è futuro per me e mia moglie ma soprattutto per i miei figli.
    Peccato che Usa e Canada non abbiano politiche sull'immigrazione come quelle della Ue altrimenti sarei già a Toronto da un bel po.
    Ma che non ci sia futuro da noi lo si percepisce molto chiaramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che era una consideazione amara?

      Elimina
  4. Vuoi vedere che adesso i visitatori di questo angolo del WWW penseranno che Emigrante ha cambiato idea e assume gente a flotte? Nel caso ricordati di me, con gli ascensori me la cavo! :P

    UnASuaVoltaEmigrante
    W.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, si intuisce il mio carattere bisbetico!

      Elimina
  5. :-D ahahaha
    dovevi fare lo showman... magari in un'altra vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure il post non voleva mica far ridere, tutt'altro.

      Elimina
  6. che tristezza
    valescrive

    RispondiElimina
  7. Non me ne parlare: mio figlio, appena laureato in Fisica teorica a Cambridge UK - tra i migliori del suo corso - e con fidanzata americana, sta per iniziare il dottorato negli USA e credo che non tornerà mai più in Italia, se non per brevi vacanze. Forse, un giorno, da vecchietti pensionati, lo raggiungeremo noi. Chissà.

    RispondiElimina
  8. Qualche tempo fa ho visto un video, molto bello, di Fabrizio Capobianco in cui spiega perché credere ancora nell'Italia. Lui Prova a far lavorare in Italy gli ingegneri e altri.
    Il video è di un annetto fa, sarebbe interessante capire se ancora per lui, il bel paese è ok.
    Spero di si.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco. Meglio che non mi esprima.

      Elimina
    2. Ed io mi fido di Emigrante!:)

      Elimina
  9. Come siete pessimisti! Siamo usciti da guerre, da carestie , da pestilenze non vorrete mica non uscire da questa stramaledetta crisi? Io sono un ingegnere 35 enne, faccio 2 lavori (simili) faccio nottate, sabati e domeniche per portare a casa qualcosa di più del necessario. Ma nonostante tutto studio per capire nuove tendenze e ampliare magari il campo delle mie conoscenze. Piangersi addosso non serve bisogna lavorare il triplo guadagnando la metà e cercare di aprirsi nuove strade. Io nell'Italia ci credo, mi piacciono gli USA, ma in vacanza. Io credo che bisogna sempre e comunque essere positivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere positivi e' una dote.

      Elimina
    2. Le tue Parole sono Giuste non posso non condividere, l'ottimismo è un anello importante per rialzarsi da terra.... ma io non lavoro giorno e notte per farmi prendere per il culo da queste classi dirigenti che non hanno più nè testa nè coda -siano loro Politici, Banchieri, Comici o ultra novantenni rincoglioniti.

      Ricorda che è stato lo sperpero dal dopo guerra ad oggi a ridurci così..65 anni di trattati, accordi, leggi e "magna-magna".

      Io Come Kerouac On The Road.

      -Audentes fortuna iuvat-

      W l'ottimismo!:)

      Saluti ad un Emigrante molto attivo in questi giorni! A presto.

      Elimina
  10. Io credo che la situazione sia triste... davvero triste. In particolare per i giovani che si sentono intrappolati nella rete dell'impossibilità (economica, psicologica, morale, fisica, e chi più ne ha più ne metta), ma sono convinta più che mai che questo è un periodo di passaggio. Tremendo sì, ma di passaggio. Cercare fortuna altrove è lecito, in particolare se hai le qualifiche per farlo, qualifiche che qui, in questo momento, pare siano inutili. Però è anche vero che fuggire non risolve il problema. Quando si sente dire "facciamo qualcosa per migliorare il nostro Paese" o la gente fugge o ficca la testa sotto la sabbia. E' bello lamentarsi senza fare mai niente per migliorare. La mentalità italiana si basa sempre sul "lo faranno altri al posto mio" e se questi altri fanno davvero qualcosa, si devono anche sentir dire che i loro sforzi sono inutili con la classica frase del "ma chi te lo fa fare?". A lamentarci siamo buoni tutti, ma alla fine quando qualcuno ha alzato la testa per dire basta, è stato zittito o ignorato. Questa è la situazione dell'Italia adesso e se vuoi "campare" devi fare due lavori, se no stai a casa a farti imboccare ancora da mamma e papà (che tra l'altro pure loro arrancano).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica vero che a lamentarsi siamo buoni tutti, io sono eccezionale a lamentarmi!:-)

      Elimina
  11. Ma le luci sono gia' spente per risparmiare. Ora usiamo le candele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esagerato! E va be', spegnete le candele.

      Elimina
  12. e' triste che non c'e' futuro.
    valescrive

    RispondiElimina
  13. Chi sono gli altri due :)

    RispondiElimina
  14. @bodyhi: BRAVO BRAVO BRAVO! Lo ammetto, parlo in una "situazione felice". Guadagno, insieme alla mia compagna, abbastanza da vivere felici e non farci mancare nulla (solo perchè non volgiamo una vettura da 25.000 euro!), però oggigiorno non si vede più "nessun" italiano lavorare. Quest'anno sono 38, ma intorno ai 25, facevo fino a 3 lavori ed il più "leggero" era il muratore. All'epoca volevo a tutti i costi una bella vita ed andavo a guadagnarmela, nonostante 2 genitori che non mi hanno mai negato nulla! Quanti ragazzini italiani muratori o elettricisti conoscete?!?!?! E già, a fare il "bocia" ti danno al massimo 500 euro al mese...E non è colpa della crisi, non è nemmeno colpa degli immigrati. Loro con 500 euro al mese sfamano le famiglie e mandano soldi a "casa".
    Per carità, sarei il primo a voler Emigrare, ma approfondendo l'analisi mi rendo conto che la mia "volgia" sarebbe solo legata al fatto di andare negli USA per provare a viverli come li vivo in vacanza: COSA IMPOSSIBILE! Quando arrivassi anche la, comincerei il "tran tran" quotidiano, solo "fuori" dalla mia patria madre, e non solo, avrei anche meno ferie all'anno per visistarli. Ammetto che le soddisfazioni nel lavoro, a quanto "si racconta" sarebbero decisamente migliori, ma questo pensiero lo avrei dovuto seguire a 20 anni, e poi non è vero che tutti quelli che emigrano stanno meglio. Spesso se ne tornano a casa, ma questo non lo racconta mai "nessuno".
    Siete preoccupati per i vostri figli? Quanti anni avete? Soggettivamente: pochi e volete emigrare? Fatelo, ma preparatevi a sacrifici peggio di quelli che avete fatto fino ad oggi, perchè o crescete in una multinazionale americana che vi chiama poi a "casa sua" oppure siete dei geni innati o dei super fortunati. Diversamente si ricomincia da zero, magari a 40 anni, magari a 10 $ l'ora.
    GENERALIZZO. In Italia (specie al nord) non abbiamo il pelo per fare un salto del genere, ed al sud il pelo sparisce sempre di più, in compenso siamo sempre bravi a lamentarci e soprattutto siamo dei professionisti a far bene, a parole, il lavoro altrui.
    Vedo l'Italia in modo negativo ormai da anni, ma in fondo, una vita non basta per fare tutto (vero Emigrante?!). Poi ogni tanto, come un fulmine a ciel sereno, trovo un ragazzino che si "spacca la schiena" con calce e mattoni, oppure spella fili o filetta tubi, per i fantomatici 500 euro e, nel mentre, studia perchè magari punta a diventare ingegnere. Oppure leggo @bodyhi, che magari come me sogna il biglietto della lotteria giusto, ma nel frattempo si rimbocca le maniche per concedersi la vita che vuole.
    Allora cosa manca all'Italia per rifiorire? Il lavoro??? NO NO NO, mancano "gli americani" perchè di italiani "viziati" ne abbiamo abbastanza. Una laurea da sola non fa lo stipendio da 5000 euro al mese. Quello si costruisce con una "vita" di lavoro e sacrifici, ma soprattutto con una gran dose di fortuna di essere quello giusto, nel posto giusto, al momento giusto. Se io fossi finito dove lavoro oggi, 2 anni prima, ora guadagnerei di sicuro, almeno il 50% in più. Invece sono arrivato qui quando si parlava già di "taglio dei costi" e la mia buona volontà ha ricevuto più pacche sulle spalle che compensi economici e nel frattempo c'erano i "ladri" (paraculati) che andavano avanti.
    Ebbene, non volgio fare di tutta l'erba un fascio e sono sicuro che ci sono un sacco di ragazzini italiani pieni di buona volontà, ma sono altrettanto sicuro che rispetto a 20 anni fa sono diminuiti almeno dell'80%....
    Concludo dicendo, viva l'Italia, perchè nel bene o nel male ci da allegira, sole, un sacco di diritti e ci sopporta nel nostro NON RISPETTARLA e NON RISPETTARCI!

    RispondiElimina
  15. Sono preoccupatissimo....flotte di ingegneri italiani pronti a venire in America!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flotte di laureati e specialisti che vogliono andarsene da un paese vecchio burocratico e clientelare...

      Ps fuga di talenti su radio24 è molto carino ;) fa incazzare parecchio...

      Elimina
  16. come non quotare le parole di FB !!
    ..e lo dice un ragazzo di 22 anni che sta cercando di capire come investire per il suo futuro..

    saluti ;)

    RispondiElimina
  17. anch'io ho 22 anni , finirò tutti i 5 anni (3+2) di uni poi si vedrà .. le parole di FB sono bellissime, fanno riflettere..

    -luca

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.