martedì 20 novembre 2012

L'Ultimo scritto del mondo

Che stavamo correndo un pericolo grosso era stato chiaro il 9 Marzo del 2040, quando le macchie solari avevano disturbato ed impedito di fatto  ogni trasmissione a distanza che necessitasse la modulazione di un segnale elettrico.
Quel giorno infatti non vi fu segnale Iper GPS,  e le auto a guida automatica dovettero restare spente nei garage. Internet taceva muta, niente  informazione.
Leggere un e-libro impossibile,  dato che da almeno 5 anni i libri 'esistevano' solo nella nuvola, memorizzati in grosse scatole silenziose installate in fondo a qualche deserto, e quindi irraggiungibili.
Niente iper realta' negli occhiali, e chi lo trovava il supermercato?
Ci aggiravamo per le strade sorridendo come degli anziani dementi, un po' sorpresi che puntare lo sguardo su qualcuno non ne restituisse il 'profilo'. Fu quasi una festa primitiva.
Molti furono i dispersi, che trovarono la via di casa solo al ritorno dell'informazione.
Il fenomeno preoccupo' molto gli scienziati, dopo un paio di anni trovarono la soluzione, anzi fu definita la SOLUZIONE.
L'informazione si sarebbe propagata affidandosi alla chimica, pervadendo l'intera atmosfera terrestre con un gas sintetico (inodore ed incolore) in grado di connettere ogni atomo terrestre in un tempo prossimo allo zero. E per un decennio la cosa funziono'.

Vi sto scrivendo con una macchina da scrivere del 1900 su quello che credo sia l'ultimo foglio di carta non in cellulosa esistente al mondo.
Spero che qualcuno sia in grado di leggere questo scritto nel futuro, significherrebe che avete trovato un modo per perpetrare la conoscenza.

Voster semper Voster





11 commenti:

  1. ciao emigrante, hai qualche buon coupon code di sconti per acquisti online durante il black friday ? potresti condividere :-)

    RispondiElimina
  2. bella la tua storia...ma ho pensato che conto (e spero) di morire prima di tanta freddezza quotidiana.
    Non so usare, nemmeno ora, libri che non siano di carta. Non ci riesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioe', mi idicendo che non hai un Ipad?

      Elimina
  3. ..se posso...vorrei consigliarti di leggere "l'età dei miracoli" di Karen Thompson Walker: libro molto molto leggero, ma carino e sul genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante! Ti assumi la responsabilita' di farmelo comprare?:-)

      Elimina
  4. l'ultimo foglio di carta IN cellulosa...?

    RispondiElimina
  5. NON in cellulosa. Intendendo fatta di stracci e quindi non corruttibile e quasi eterna.

    RispondiElimina
  6. A quando la release ufficiale di qualcuno dei mirabolanti prodottini citati ? Voi "siliconiani" siete pericolosi, nemmeno il tempo di pensarla che già l'avete combinata, o meglio venduta !!
    Anonimo venalmente futurista

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.