lunedì 16 aprile 2012

Fatto in cielo


Periodi in cui ti trascina la corrente, le cose attorno a te evolvono indipendentemente dalla tua volonta’. Scorrono meccanicamente e basta. E tu stai li’ che le guardi  avvenire,  distante e con occhio indifferente  e con imperturbabile calma. E senza nessuna tentazione di attribuirgli alcun valore morale  o filosofico.
 Mi consolo di avere  una visione che mitiga questi periodi in cui   prevale il mio innato nichilismo, e tutto sommato mi consente  per qualche tempo di avere una sorta di pilota automatico ad occuparsi di portarmi a  destinazione.
Tutto Vero. Ma  Io  da piccolo ho molto viaggiato sui treni di lunga percorrenza italiani che ti portavano da Nord a Sud  del Paese ( e viceversa). Ed anche li’ il paesaggio scorreva indifferente sotto miei occhi. Pero’ a volte mi capitava di soffermarmi rapito, con lo sguardo prima e con il pensiero poi,  su quelle  piccole casupole di campagna diroccate,  senza finestre e con  scritte a spray sui muri, che sono comuni nelle nostre campagne abbandonate negli anni ’60.
Mi sarebbe tanto piaciuto fermare uno di quei treni e scendere. E soffermarmi a visitare  con calma una di quelle casette. Fermarmi li’ per qualche tempo, sospendendo il viaggio indefinitamente,  o forse non riprenderlo affatto.
Ho sempre continuato il viaggio, sempre, e lo continuero’ anche oggi  che ho male al gomito e sono elegantemente vestito.
Voster semper Voster

19 commenti:

  1. Qualcuno diceva che "il viaggio non finisce mai", caro Emigrante, che "bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio."
    E poi è bello perché a volte i propri percorsi s'intrecciano con quelli altrui, e vale la pena scambiarsi gli appunti di bordo...ma anche se i cammini si sfiorassero appena, accadrebbe già un piccolo miracolo.
    Buona continuazione!

    RispondiElimina
  2. La vita è tutta un viaggio, ringrazio di essere ancheio dotata di piloa automatico, senza non so dove sarei finita in certi momenti "alla deriva"

    RispondiElimina
  3. ci stai dicendo che e' un periodo un po' bruttino?

    (quando ho letto "fatto in cielo" ho pensato che fico anche in paradiso c'e' internet)


    a presto!
    valescrive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, sto rivendicando il mio nichilismo.
      (In Paradiso non so, sugli aerei ancora ammettono l'uso dei laptop :-) )

      Elimina
  4. Nella mia vita ho viaggiato tanto,per lavoro,per piacere e tanto con il pensiero,anch'io nei lunghi viaggi in treno dalla Toscana alla Puglia ,quando ero bambina,guardando il paesaggio da Roma in giù',mi chiedevo chi abitasse in quelle case basse,spoglie,un po' misere e andando di solito d'estate cosi assolate e ci ricamavo sopra e inventavo storie e il tempo passava.Il tempo e passato davvero,ma non ho perso l'abitudine di sognare,anche se sono un Po grandina. Mi trovo momentaneamente a San Diego ,mio figlio studia qui,e nelle lunghe giornate passate a camminare,la mia mente vaga sempre e i miei pensieri mi tengono compagnia,la sento un Po giu',pensi a cose piacevoli,faccia volare il pensiero,guardi il mare,l'orizzonte e si faccia una risata alla mia utopia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perche' mi dai del 'lei'? E' tabu' su Internet. Praticamente iconoclasta.

      Elimina
  5. E' la prima volta che partecipo ad un blog,ho ancora quella cosa che non usa piu che si chiama vecchia educazione e non si da del tu se non si entra in confidenza,adoro l'inglese con il suo"you" indistintamente,fammi impratichire con il blog che oltretutto trovo divertente ed inteligente .buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Pensavo le tue stesse cose quando, viaggiavo con il bus per andare all'universita' e osservavo dal finestrino i trulli disabitati...a volte privi di pietre...

    Lolly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah no, l'ho scritto prima io il post eh?:-)

      Elimina
  7. Iconoclasta:chi esercita critica demolitrice e sovversiva nei confronti dei principi,delle idee,delle convenzioni che regolano la società'.non mi sento tale anche se un po' sovversiva lo sono,il contrario di iconoclasta e' conservatore e reazionario,potrei morire se mi giudicassero così.sei meno giu' di ieri?oggi giornata fantastica:coronado!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Iconoclasta di Internet, appunto!
      Mai "stato giu'" era nichilismo filosofico. E' diverso

      Elimina
  8. Molte volte ci attira più quello che incontriamo durante il tragitto che la meta del nostro viaggio :)

    RispondiElimina
  9. Ho capito.....filosoficamente il"nulla"

    RispondiElimina
  10. Non mollare emigrante, sei il N.1 !! Seguo il tuo blog da tanto tempo, è interessante e divertente, ed ora che mi sono trasferita a Londra ed ho aperto il mio blog, continuerò a seguirti da qui, anzi, ti metterò nel mio blogroll!! Spero di ritornare a SF al più presto!! Dancer.

    RispondiElimina
  11. Tra un pò quelle case abbandonate negli anni 60... si rianimeranno Emigrante. Sarà l'unica via di fuga per noi che abbaimo "resistito" in italia. Occuperemo le bettole... :-) Buona vita in viaggio. Anna

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.