domenica 16 dicembre 2012

La Strage in Connecticut - Aboliamo i norvegesi ed i pugliesi

Su Internet sembra che si faccia a gara a chi e' di piu' contro le armi, e contro il secondo amendamento della costituzione americana  che sancisce il diritto dei cittadini di questo paese di possedere le armi. Costituzione che detto per inciso, da piu' di duecento anni garantisce all'America liberta' individuali e di essere uno stato democratico che mai ha conosciuto tirannia e dittature.
Pure gente di Frattocchie mo' insorge e vuole spiegare agli americani come vivere. Sembra la fiera della banalita': aboliamo le armi e queste cose non succederanno piu'!
Detesto le posizioni ideologiche su problemi drammaticamente concreti.
Vi siete dimenticati che in Norvegia, paese tra i piu' severi per il controllo delle armi, uno matto come una biglia ha ucciso quasi un centinaio di persone?
Ed un tizio pugliese che qualche tempo fa ha messo una bomba vicino ad una scuola  per una questione di tasse?
Che facciamo per evitare che queste cose accadano di nuovo, dopo aver abolito le armi? Aboliamo pugliesi e norvegesi?
Voster semper Voster

50 commenti:

  1. su questo la pensiamo molto diversamente.
    valeriascrive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes! Ma io ho ragione, si capisce!:-)

      Elimina
  2. Emigrante, dai, con la bomba (una bomba!) è morta una ragazza, non 22. Il problema delle armi c'è, inutile negarlo, l'ha ammesso anche Obama. Hai mai sentito di pazzi armati di pistole o fucili in altri stati che non fossero gli USA? Io personalmente no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la bomba; e' solo perche' il pugliese l'ha preparata a capocchia, non per mancanza di volonta'.
      Allora non hai letto il post, non ricordi il tizio in Norvegia?

      Elimina
    2. beh quello è il caso opposto, dove neppure la polizia è armata. In Italia ad esempio i poliziotti sono armati e ti posso assicurare che se si parla di un uomo armato in poco tempo arrivano 2-3 volanti con poliziotti armati...

      Elimina
  3. il discorso che fai tu mi suona come quello del fumatore: siccome di una morte devo morire allora mi sparo 2 pacchetti di sigarette al giorno. Oppure: Magari smetto di fumare e poi arriva un'automobilista ubriaco mi investe e mi ammazza. Tanto vale continuare a fumare.

    Siccome si puo' morire in tanti modi perche' preoccuparsi del fatto che chiunque puo' acquistare armi e fare una strage. Mi pare che tu dica proprio cosi'. Io mi preoccupo invece. Perche' se tu hai le armi in casa e sei una persona con la testa a posto, qualcun altro puo' non essere equilibrato come te. E allora io sono a favore di un controllo delle armi.

    Al di la' del fatto che io non avrei mai un'arma in casa perche' non mi piacciono le armi, anzi, mi fanno paura, mi pare ora di imporre regole rigide sull'acquisto di armi. Almeno questo.

    E mi pare ragionevole

    valeriascrive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo ragionamento e' viziato da un semplice fatto: Esiste gia' il controllo delle armi. In California e molti Stati (Connecticut incluso) la legge e' identica a quella italiana.
      Ovvero, impossibile avere il porto d'armi (o quasi) ma molto facile detenere armi se si e' incensurati e non matti.
      Infatti il tizio non aveva armi, ma le aveva sua mamma.

      Elimina
  4. Ciao Emigrante, espongo brevemente la mia idea:

    Non so quale concetto non è chiaro.
    Non sono le armi che uccidono. Sono le persone. Se si vuole uccidere lo si fa anche con un coltello da cucina. (Provate a fermare una persona che agita una lama da 15 cm...)

    Il Problema è la cavolo di cultura con cui stanno crescendo le persone (in tutto il mondo).

    Qualcosa non va, la società sta perdendo, continua, senza voler migliorare, verso un futuro distopico.
    Mi viene in mente "Dio è morto".

    Sarebbe bello capire se questi psicopatici ci sono sempre stati o stanno uscendo fuori solo ora.
    (Stalin, Hitler, ecc...due o tre del passato ne ho trovati.)

    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo al millimetro Riccardo

      Elimina
    2. Bravo uno che con un coltello da cucina riesce a uccidere più di venti persone in pochi minuti! Sinceramente penso che il paragone non regga... e mi pare invece che a premere un grilletto si faccia decisamente prima e che il gesto implichi anche una certa distanza dall'atto che rende ancora più facile la cosa.
      Se poi vogliamo davvero dire che è colpa dell'uomo e non dell'arma che possiede, possiamo dirlo: sicuramente il problema sta a monte. Ma io credo anche che la follia e i cosiddetti "colpi di matto" siano sempre esistiti, ma se un folle possedesse una pistola ad acqua invece che tre armi, forse non avrebbe modo di cancellare il futuro di un gruppo persone innocenti. Che dite?

      Elimina
    3. Letto il commento, ma rimango della mia idea, non per cocciutaggine ma perchè continuo a pensare che le armi abbruttiscano l'uomo e lo abbiano sempre fatto.
      So che eliminare le armi non significa eliminare la violenza che fa parte dell'uomo evidentemente, ma penso che in questo momento, abolire l'uso delle armi significherebbe offrire un messaggio importante per lottare contro il principio della violenza.
      Non sto dicendo niente di nuovo, lo so, c'è chi l'ha detto meglio di me, prima di me... ed io sposo quei principi in cui credo fermamente, ancora, e difendo il mio e il diritto di molti altri di uscire di casa, andare a scuola, al lavoro o chissà dove, senza rischiare di perdere la vita a causa di un proiettile.

      Elimina
  5. peggio mi sento, se pure con il controllo delle armi si fanno stragi....

    valescrive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si può vedere dal sito dell'NRA, in Connecticut "No state permit is required for the purchase of rifles or shotguns [state permit required only for the purchase of handguns]. No state permit is required for the possession of rifles, shotguns or handguns."

      Elimina
    2. Come in California, nessun permesso ma il background check fatto dallo stato federale.
      Esattamente come in Italia. Non confondere il posesso di armi con il porto d'armi.

      Elimina
  6. "Dio ha creato gli uomini alti e bassi. Io li ho resi tutti uguali" ... Samuel Colt. Direi abbastanza esaustivo il pensiero del Sig. Colt. Per me si tratta solamente di una questione di mentalità, le stragi ci sono state in Finlandia, in Puglia e chissà in quanti altri luoghi e con quanti altri mezzi, pensate cosa poteva combinare Schettino se ci metteva un pochino più di impegno !! In America SI DEVE avere un'arma, te lo dice la costituzione, te lo consiglia il Sig. Colt, i repubblicani spesso e volentieri tra le righe dei loro discorsi politici lo mettono in evidenza.Se non ce l'hai sei poco Americano e non sei in grado di difendere la libertà della tua patria. Ecco che se tua madre è appassionata di armi, ha fucili per assaltatori e pistole e ti porta fin da piccolo al poligono è solamente perchè ti difende e ti vuole bene e ama il suo paese. Dove sta la differenza ad esempio con l'Italia ? Matti ne abbiamo tanti anche qui, pistole pro-capite decisamente meno. A Milano, caro Emigrante, come mai non sentivi l'esigenza di comprarti un paio di fucili ?? Arrivato in America non potevi di certo farne a meno, sono alla fin fine elettrodomestici come un microonde o un 80" lcd. Irrinunciabili!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua formazione "americana" sembra da fumetto. E nemmeno di prima mano.

      Elimina
    2. Sarà anche da fumetto e pure di seconda mano ma i fatti sono abbastanza inconfutabili. Ogniuno ha il fumetto che si merita, chi fantapolitica come in italia, chi emuli di batman come in america, e a quanto pare nessuno è ancora riuscito a metterci una pezza. Io non voglio minimamente spiegare agli americani come vivere, anzi non me ne può fregar di meno, giocatevela all Ok Corral anche tutti i giorni se vi serve per farvi sentire liberi e democratici. Poi magari mi spieghi bene che democratica e libera possibilità di scelta di rimanere in vita abbiano avuto quelle 26 anime.

      Elimina
    3. I fatti sono inconfutabili secondo la tua visione fumettistica, appunto.

      Elimina
  7. Se il secondo emendamento protegge il diritto individuale di portare armi probabilmente lo sa solo chi lo ha scritto: c'è una decisione della Corte suprema in merito, ma il testo è facilmente interpretabile in altro modo.
    Detto questo, sono perfettamente d'accordo con la possibilità di avere armi per i cittadini, magari considererei limitazioni sul tipo, evitando la vendita di armi automatiche in grado di sparare 100 colpi in 2 minuti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ragionevole cio' che scrivi

      Elimina
    2. mi dicevano giorni fa.. che il secondo emendamento teoricamente sarebbe rivolto verso i cari amici inglesi.. poi chiaramente nel tempo si è interpretato a piacimento.. succede sempre così con leggi & soci :D

      Elimina
  8. Sempre il solito discorso, con facile soluzione e non fanno mai niente per paura della leggendaria "lobby", o anche per fanatismo personale e cultura violenta con radici profonde.
    Avere o portare un`arma per difesa personale, qualora vi siano I giusti requisiti, background check mentale, NO precedenti, "patente" con XX ore al poligono, e controlli annuali, OK ci può stare. Mi rendo conto che in alcune zone avere una pistola rende più sicuri, soprattutto nei ghetto neri e messicani, senza razzismo, solo dati di fatto, I neri sono I più violenti ed ineducati, un lascito del periodo degli schiavi che ancora si fa sentire.
    Le armi d`assalto invece sono una stronzata.

    Un mitragliatore automatico che spara 2 colpi al secondo serve in Guerra o per fare una strage.

    Ecco, eliminare questi già ridurrebbe di moltissimo il problema.
    La strage in Norvegia è stato un problema religioso (e quando mai), ed un caso UNICO nella storia del paese.
    Negli US solo nel 2012 ben 16 casi eclatanti ed almeno un migliaio che non fanno notizia internazionale. Il problema è serio ed in un paese civile, una legge di 200 anni fa è obsoleta e va modificata.
    Che poi gli US non siano tutti civili come sembra è un dato di fatto ed altro paio di maniche, e tu stesso Andrea vivresti solo in selezionati luoghi. Vi sono zone dove si vive come negli anni 20 , altre come nel medioevo , altre come nel futuro.

    Il vero problema alla fine è la mentalità repubblicana OTTUSA ed intransigente.
    "Forse se la preside avesse avuto un RPG launcher avrebbe salvato I bambini, o magari un cannone a propulsione nel corridoio! O magari se ogni bambino avesse avuto una pistola..."

    La cultura violenta si vede da tali affermazioni di gente di potere come il senatore Texano, e negli usi e costume del paese,come nei film, solo sparatorie esplosioni etc...
    Sarà difficile da sradicare finchè estrema povertà, intolleranza, ignoranza razzismo e religioni esisteranno (eh,probabilmente per sempre)

    Intanto, eliminare le armi d`assalto e le armi totalmente automatiche sarebbe un passo avanti, non eliminerebbe le morti o le stragi ma almeno abbasserebbe il numero dei morti.
    Con una pistola puoi difenderti egregiamente, ma è molto più difficile fare stermini d massa occasionali.
    Peccato per chi pensa che il fucile sia un prolungamento del suo pene, in tal caso dovrà accontentarsi :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le armi automatiche sono bandite quasi ovunque. L'arma della strage e' semi automatica, che significa un colpo sparato per ogni pressione del grilletto.

      Elimina
  9. Il secondo emendamento aveva il suo valore appunto 200 anni fa ... se gli USA non sono riusciti a progredire su questo punto in tutti questi anni allora la questione è più seria del previsto.
    In ogni modo, in certe circostanze, è imbarazzante leggere le tue tesi. Con rispetto e sincerità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, ed io che dicevo? Pure da Frattocchie...

      Elimina
  10. che poi, detto tra noi, io italiano in Italia, se volessi un'arma, vado, faccio domanda per il tiro sportivo e poi, visto che sono in buona salute e non ho mai fatto del male a nessuno, dopo qualche giorno me la compro. Sicuramente no porto a casa un AK47, ma buoi mettere una calibro 9 o una 44 magnum? magari con caricatore da una dozzina di colpi e soprattutto semiautomatica? Inoltre più o meno tutti i maschietti, fino ad una certa età, abbiamo fatto il militare, per cui ci hanno insegnato ad usare le armi.
    Allora sommiamo il fatto che (per gioco) sapevo smontare e rimontare una Beretta calibro 9 bendato e maneggiavo la sicura con una mano sola al fatto che se voglio in un paio di settimane mi danno un porto d'armi... Manca solo una scintilla di follia....
    A voi le conlcusioni. Il fatto che i pazzi delle stragi si sentano più in America che in altri posti, è solo un fattore statistico. Probabilmente la statistica vale anche per gli incidenti aerei vista la quatità di voli americani?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che in America vi siano piu' matti non curati.

      Elimina
  11. in italia sono 12 milioni gli italiani che hanno un'arma,una persona su 5

    non sono proprio pochi,secondo me

    piuttosto,ma nessuno negli fa fare dei test psicologici prima di vendere le armi a CHIUNQUE?

    RispondiElimina
  12. Il fatto che in america si possono comprare facilmente le armi è solo un luogo comune. Ieri in Cina un uomo ha accoltellato 20 bambini, dimostrazione che non è il possedere un' arma da fuoco il problema. Il problema non sono le armi, ma questa società e questo è molto più preoccupante.

    RispondiElimina
  13. il dato dei 12 milioni dove l'hai trovato anonimo? mi sembra parecchio strano, ma se mi citi la fonte mi fido:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come non detto,a quanto pare quelle legali sono circa 10 milioni

      fonte:http://www.ilgiornale.it/news/esteri/commento-2-solo-alibi-prendersela-pistole-865815.html

      vai al terzo commento

      Elimina
  14. Domanda d' obbligo: tu possiedi un' arma? Isa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne possiedo due, due fucili.

      Elimina
    2. non sarebbe meglio una pistola per difesa abitativa? Hai idea di che botto fa un fucile tra le mura domestiche

      Elimina
    3. se mi entrano in casa non mi preoccupa il botto. Avendo due fucili penseresti che vada regolarmente al poligono e qundi sappa del botto che faccia un calibro 12 ?

      Elimina
    4. si si immagino, ritengo la scelta di un 12 tattico ottima per difesa abitativa ovviamente con la giusta carica. e poi si sa che quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile....a meno che non sia clint eastwood in persona ad irrompere in casa

      Elimina
  15. Mi hai spiazzato. Ero convinto che fosse una cosa incivile vendere le armi ma il tuo ragionamento mi fa riflettere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando uno fa riflettere e' cosa buona. Come il dissentire e' legittimo

      Elimina
  16. Risposte
    1. Le persone uccidono, con qualsiasi mezzo, quando sono cattive, disperate, matte, in guerra, o per difesa.
      Tanto per non perdere di vista l'essenziale.

      Elimina
    2. E' vero, ogni mezzo può diventare arma (o quasi). Ma mentre con un coltello da cucina al limite potrei anche ... cucinare, con una pistola cosa ci faccio ?
      Sempre con rispetto

      Elimina
    3. Volendo ci schiacci le noci. Un po' scomodo ma efficace.

      Elimina
  17. Il problema e' la cultura delle armi. Piu' armi ci sono in giro piu' c'e' il rischio che un folle la imbracci. Se capita il matto con piani in stile villain dei fumetti come il norvegese poi non ci fai niente neanche se vivi a Paperopoli, ma un folle che imbraccia un coltello fa meno morti di un folle che imbraccia un fucile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se usa il Sarin cme accadde in Giappone.....

      Elimina
  18. si può tranquillamente dire che la Puglia o la Norvegia siano tanto pericolosi quanto gli USA in virtù di due isolati avvenimenti lì accaduti, però i dati parlano chiaro : in Norvegia e in Italia ci sono rispettivamente 0,05 e 0,71 omicidi per 100'000 abitanti provocati da armi da fuoco. Negli USA ce ne sono 2,71.
    Il problema a mio avviso non sono tanto i mass murder, che alla fine incidono poco sul numero generale , quanto i tanti morti per le strade per rapine, lotte fra baby gang etc...
    http://www.guardian.co.uk/news/datablog/2012/jul/22/gun-homicides-ownership-world-list

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, ma cio' non dipende dalle armi.

      Elimina
  19. Come insegna CSI (muha hahaha! Altro che fumetti!!) per commmettere un crimine serve un movente e un'oppportunità. Senza l'uno E l'altro non si va da nessuna parte.
    Il movente nei casi come questo è il disagio mentale, e qui ne hanno parecchia di strada da fare sulla cura, i diritti e i servizi... sarebbe davvero l'ora che qualcosa si smuova e io lo spero tanto (e quanto vorrei partire con un pippozzo su assicurazioni e blabla bla ma poi ti vado off topic).
    Poi si può limitare un pelino il fronte "Opportunità". Mica tanto ne', ma rendere l'acquisto più complicato e meno accessibile? Mettere un limite di età? Richiedere controlli medici? Ripetuti nel tempo, possibilmente?
    Che poi l'emendamento era ai tempi in cui per ricaricare un fucile tra un colpo e l'altro ci impiegavi 30 secondi o un minuto. Ora, visti i progressi della scienza e la tecnologgia, non sarebbe il caso di rivedere un attimino 'sto emendamento? Magari metterci qualche limite? C'è gente che ha veri e propri arsenali in casa, perchè si preparano per l'armageddon. Tanto sano non puoi essere.

    Poi, la procedura per comprare le armi sarà pure la stessa, non lo so, ma se voglio prendermi una pistola a Torino manco so dove andare.
    Qui trovo armi nei supermercati tipo Walmart, e mi pare troppo e troppo facile. C'è davvero gente che va a far la spesa al sabato e dice "piglio un filetto di pane, la carta igienica... e magari pure un paio di berette"?! Cioè l'acquisto di un'arma lo famo così, come fossero banane? Boh.

    Alice de-pistolizzatrice

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.