martedì 22 marzo 2016

Vaga

Vai e vaga mia matta testa, ti lascio libera di volteggiare nel  tempo e nello spazio.
E quando indugerai su un ricordo buffo ivi ti tratterrò.
Ma se solo provi a vagare in zone ove ti è proibito  andare, chi ti salverà da un calcio in culo?
Goditi quest'aria fresca  marzaiola e la brezza che spira dall'oceano,  finchè 
non sarà  tempo di prendere un treno che ti porterà a casa. È un viaggio,  strana la mia  testa matta ,  che  potrebbe non finire mai. O concludersi ora e per sempre.
Detesto l'odore dei binari ferroviari nelle stazioni ferroviarie. Ma mi piacciono i piccoli chioschi che vendono briosche rafferme e caffè bollente.
Voster semper Voster


4 commenti:

  1. se vuoi una mano con il calcio in culo mi offro volontaria.

    RispondiElimina
  2. e pero' stai diventando molto poetico. bei post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maledizione, vero, devo rimediare allora! :-)

      Elimina
  3. ..ah son tantele teste matte che indugiano sui bei ricordi...quelli che fanno bene e ti portano i sorrisi che solo tu puoi capire..le briosce rafferme????o my god!!
    BUONA PRRIMAVERA EMIGRANTE by Luna...rosa(al centro ma sempre del SUDDD)

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.