sabato 14 novembre 2015

Il mio pensiero sulla strage di Parigi

E' molto semplice:
E' in corso la "libanizzazione" dell'Europa. Come temuto da anni.
Purtroppo il panciofichismo del siamo tutti fratelli si scontra con la realtà.
Vi auguro buona fortuna,

Voster semper Voster

20 commenti:

  1. Ciao e innanzitutto complimenti per il blog, davvero ben scritto ed estremamente interessante.
    Per quando riguarda la libanizzazione la questione può essere letta anche diversamente.
    Al Qaeda prima e ISIS ora sono il prodotto della cosiddetta esportazione della democrazia USA.
    Finché hanno fatto comodo sono stati armati e finanziati, poi avendo gli USA lasciato i paesi invasi nel caos i terroristi hanno preso il sopravvento.
    Non trovi che ci sia una qualche responsabilità degli USA?
    Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il tuo garbato commento non ti insulto come dovrei. Ne ho piene le tasche di questo anti americanismo storico da strapazzo . Se non ti fosse chiaro i nemici hanno la barba, e sono contro a tutto quello in cui credi e ti piace nella vita, nel tuo stesso modo di intendere la vita.

      Elimina
    2. Emigrante, ti prego di non fraintendermi, forse sono stato troppo diretto.
      L’islam è una religione piena di odio verso I miscredenti e mi fa paura.
      Oltre a questo quello che temo davvero sta nei numeri demografici, e sono certo
      che tra qualche anno la situazione sarà fuori controllo.
      Ma rispondendo al tuo post sulla strage parigina ho espresso la mia idea,
      che va oltre il concetto di libanizzazione, che trovo assolutamente giusto per i numeri demografici, ma che trovo limitante per la carneficina di Parigi.
      La questione è chi ha armato e finanziato questa mandria di beduini tagliagola ora e Al Quaeda prima.
      Con stima sincera perché quello ho letto sul tuo blog mi è davvero piaciuto molto, e il tuo stile nello scrivere fa impallidire tanti scrittori di mestiere.
      Lorenzo

      Elimina
    3. Lorenzo, rispetto il tuo pensiero, ma non concordo su Al Queda. Gli USA finanziarono i talebani perche' combattevano contro i comunisti russi.
      Quindi aveva senso ai tempi.
      Mi prendo i complimenti, sei gentile :-)

      Elimina
  2. ti consiglio la lettura della lettera che terzano terzani scrisse alla fallaci dopo l'11 settembre. si chiama "il sultano e san francesco". ti metto qui il link: http://www.unita.tv/opinioni/il-sultano-e-san-francesco/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riconosco a Terzani, ne' ai suoi scritti alcun valore. Nello specifico ricordo distintamente il mio pensiero, ai tempi , a quell'articolo :" davanti ad un gigante del pensiero come Orianna, questo è il meglio che la sinistra massimalista esprime culturalmente?"

      Elimina
  3. ho scritto un commentato a questo post e ci ho messo un link, spero non sia finito nello spam.

    RispondiElimina
  4. andrea, e' un dato di fatto che gli USA hanno contribuito alla nascita dell'ISIS, la stessa Hillary Clinton lo ha confermato. Non e' una invenzione dell'antiamericanismo. Non si tratta di essere buoni, si tratta di sapere che ogni causa ha un effetto e dovresti leggerla la lettera di Terzani, offre un punto di vista interessante che non capisco perche' escludi a priori. Di fatto l'ISIS ha ucciso 100 mila musulmani negli ultimi due anni, il presidente Siriano dice che in Siria da cinque anni vivono quello che la Francia sta vivendo. La Federazione delle organizzazioni Islamiche d'europa (FIOE) ha condannato gli attacchi del 13 novembre. I musulmani non sono l'ISIS. Gli americani esportano la democrazia (leggi guerra che ammazza anche i civili), tolgono Saddam e tolgono Gheddafi, fanno affari con l'Arabia Saudita che finanzia l'ISIS, prima o poi tutta questa democrazia esportata torna indietro (leggi terrorismo). Non siamo il bene e loro il male, ci sono solo interessi economici dietro a tutto questo e noi siamo tutti in mano a gente folle. La pensiamo diversamente su questo argomento, e non sono sicuramente un'esperta, so ovviamente che il problema non si risolve certo con le candele e il "Je suis" ( ti ho letto su twitter) ma nemmeno con le bombe ad minchiam che in quanto ad minchiam per errore ammazzano persone come te e come me (e allora in cosa siamo diversi dai terroristi?).
    Credo che l'argomento sia molto complesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale' potrei fare un pippone su sta faccenda (quando mai la Clinton ha detto che gli USA hanno contribuito all' ISIS? Ha parlato di sottovalutazione che è un po' diverso), ma sono troppo intellettualmente snob e pigro per farlo. Mi conosci :-)

      Elimina
  5. un'ultima considerazione e poi smetto di intasarti il blog: come combattiamo contro l'ISIS? andiamo a bombardare chi? dove? l'ISIS non e' uno stato. Sono anche cittadini europei questi folli che si fanno esplodere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa domanda ha una semplice risposta:
      - Bombardiamo in Siria ed Iraq e li cancelliamo dalla mappa del mondo
      - Applichiamo scrupolosamente la legge che impedisce l'apologia di reato, e perseguiamo chi predica il corano alla lettera o ne proclama la correttezza.
      E' semplice

      Elimina
  6. Risposte
    1. Sto facendo la pizza, e non scherzo. Mo' sono alla stagliatura

      Elimina
  7. mi autoinviterei se non ti disturba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo se ammetti pubblicamene che io capisco tutto, ho sempre ragione, sono bello e ....uhm..altro!

      Elimina
  8. :)

    allora io avrei pensato questo: vengo a cena, evitiamo l'argomento e nessuno si fara' male.

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi conosci, mentre ti servo la pizza ti chiedere di convenire con me. Altrimenti niente pizza. Sono capitalista, dunque subdolo per definizione.

      Elimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.