giovedì 25 ottobre 2012

Minima Analisi Sociale

La parte di Florida in cui mi trovo - Boca Raton -  riassume l'estetica, l'etica e le aspirazioni dell'America.
Distese di case carine tutte egualmente senza storia, ben curate e costruite  contemporaneamente nello stesso periodo e  con i canoni dell'architettura "begiolina" (ne voglio il copyright della definizione).
L'architettura begiolina prevede:
Case basse ad un piano o due, piccolo giardinetto curato maniacalmente tipo cimitero, tetto in cotto e casa color begiolina (da cui il nome). C'e' un racconto di Carver in cui un tizio torna a casa, va a dormire , si sveglia la mattina seguente ed esce senza accorgersi di essere stato in una casa non sua.
Io me lo immagino ambientato in una cittadina begiolina.
Riassume l'etica del successo americano e la sua visione ultima; arricchisciti in maniera scandalosa, che se ci riesci ti compri una mega magione 'begiolina' in cui vai a viverci con una bionda ventenne con le tettone finte, traballante su tacchi da mignotta albanese, e che chiede sempre per tutto "percheeeee?" col tono di  Alessia Mertz. In piu' vestirai con polo sintetiche di marca con disegnate orrende palme begioline.
E qui finisce la minima analisi sociale.
Voster semper Voster

16 commenti:

  1. Ti incontro per la prima volta e già ti invidio. E' stato complicato trasferirsi in America?

    RispondiElimina
  2. Mah, io su una di quelle case "begioline" non ci sputerei sai...

    RispondiElimina
  3. Fa comunque parte del sogno americano, no? O ne è una variabile.
    In Italia, di begiolino, abbiamo la faccia al mattino quando ci alziamo, e se sei fortunato vai al lavoro!

    RispondiElimina
  4. Fantastico!
    francesca

    RispondiElimina
  5. io lo vedrei anche come "sogno Italiano", non solo americano.. insomma: una bella casa (sicuramente con piscina da usare tutto l'anno), in Florida, con una bella metratura è decisamente il mio sogno. Escludiamo l'optional della ventenne (non interessa al sottoscritto) e aggiungiamo che magari tale casa mi costa poco più di una casa a Milano, quasi quasi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' orrenda l'omologazione e la mancanza di attrattive in quel posto

      Elimina
  6. io morirei.
    valescrive

    RispondiElimina
  7. scusa, finisco.
    Io morirei in questa omologazione di obiettivi e comportamenti. E ne siamo talmente pieni di questa mentalita' che non ci accorgiamo di quanto sia perversa. Ti fai un mazzo tanto per una casa esattamente uguale al tuo vicino, per una vita che e' sovrapponibile a quella del tuo vicino, e pure la moglie e' uguale a quella del tuo vicino. Vite interscambiabili. Che dio ce ne scampi.

    valescrive

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.