sabato 23 marzo 2013

Una domanda

Perche' l'Italia pullula di conigli senza spina dorsale ne' amore patrio?
Hanno consegnato i due militari italiani per paura di   una enorme nazione di straccioni, l' India, che ha come sport nazionale quello di violentare in gruppo le donne.
E quel cialtrone di ministro degli esteri dal nome di un conte fantozziano ha pure il coraggio di bullarsene.
Voster semper Voster

21 commenti:

  1. Su questo caso le domande sono tante, e tutte prospettano risposte incredibili.

    1) Perché diavolo la nave dove erano sopra i marò è entrata nelle acque territoriali indiane?
    (Perché l'ordine è stato dato dall'armatore, che temeva ritorsioni economiche/sequestri di altri mercantili che aveva in rada?)

    2) Perché l'Italia si è omportata così, con questo balletto di decisioni assai indecoroso? (Perché in un Paese di un miliardo di consumatori ci sono 400 aziende italiane in India? Perché ci sono Fiat, Piaggio, Magneti Marelli, Brembo, Graziano Oerlikon, Valvitalia, Fontana Fasteners, Officine Meccaniche Piemontesi, Dayco, Apicom, Lavazza, Perfetti, Ferrero, Bauli, Impregilo, Italcementi, Astalli, Società Autostrade, Artsana, Chicco, Luxottica, Merloni, Pirelli, De Longhi, Bisazza, Saipem-Snam, Generali, Coin, Oviesse, Ermenegildo Zegna, Armani, Tod's Cavalli, Versace, Artemide, Natuzzi, Beretta, Finmeccanica, Agusta, Fincantieri, Avio?)

    Ecco, questo elenco credo sia proprio la risposta.


    d.

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, che figura di m.....! Cris

    RispondiElimina
  3. Sei un italiano "fuggito" che ti importa ?
    Pensa alla nazione dove vivi adesso e al fatto che SOLO 18 stati della confederazione hanno abolito la pena di morte ... tu chiamala se vuoi civiltà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "fuggito" ci sara' tuo nonno. E penso e scrivo quello che mi pare.

      Elimina
  4. La rabbia per questo gesto è tanta, quando avevano deciso di non farli ripartire avevo pensato che, per una volta l'Italia finalmente si era fatta rispettare. Invece, anche questa volta i nostri politici hanno deciso che questo paese (con la p minuscola) deve essere sempre lo zerbino degli altri. Che vergogna!

    RispondiElimina
  5. Boh. A me non e' chiaro, perche' avrebbero dovuto restare in Italia?
    Gli e' stato permesso di tornare TEMPORANEAMENTE, piu' volte, ma era gia' previsto e convenuto che sarebbero tornati in India per il processo.
    Sono accusati dell'omicidio di due indiani, in acque indiane, verranno processati da un tribunale del paese in cui hanno commesso il reato, no?

    Alice perplimatrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente erano in acque internazionali e sulla base di questo le convenzioni internazionali, sottoscritte pure dall'India, ma evidentemente se ne sono scordati della loro firma data, decretano che la competenza ed il giudizio siano del paese di appartenenza della nave. Informarsi no ?!?

      Elimina
    2. Non ti permettere mai piu' questo tono con chi commenta legittimamente questo blog.
      Non ho censurato il tuo commento solo per cazziarti pubblicamente.

      Elimina
    3. Se non ho capito male, il fatto è avvenuto in acque internazionali. Il timore è che in India vengano condannati, colpevoli o no, perché loro sono stranieri e le vittime sono indiane, a prescindere da qualunque altra circostanza. Promettere il rientro e non mantenere la promessa era probabilmente l'unico modo pacifico di difendere i due marò da questo abuso. Che poi in Italia dovessero essere processati ed eventualmente condannati è un altro capitolo

      Elimina
    4. Mi scuso con Alinipe se sono stato irriverente ... e lo faccio non certo per il "cazziatone pubblico".

      Elimina
  6. IO, giusto per far capire come funziona la democrazia,

    gli avrei scagliato già da un annetto, parte della nostra fiorente e mai in crisi Industria Bellica Italiana (sarcasmo o quasi!), che, per informazione,

    vende agli indiani commesse di merci belliche per circa 240/250 mln di euro.

    In conclusione, anche se non penso ci sia solo questo, mi sembra un po' eccessivo il comportamento da parte dell'India.
    Ma credo che siano legittimati dalla nostra ridicola capacità di gestire le situazioni.

    Ciao Emigrante.

    RispondiElimina
  7. "più cognomi sul passaporto che coraggio in petto." (cit. Sulla diplomazia italiana)

    RispondiElimina
  8. a me poco importa dove sia stato fatto il gesto (acque internazionali..) ma importa che i due Fucilieri della Marina (Marò non esiste e non è il ruolo loro) hanno ammazzato qualcuno di innocente. Che poi li processano là o quà, poco importa..

    RispondiElimina
  9. Sono state fatte diverse manovre sbagliate, tipiche dell'itaGLia.
    1.Aver abboccato come allocchi ed essere entrati in acque indiane, attirati con sotterfugi.
    2.Non aver portato SUBITO a casa i nostri (come fecero all'epoca gli Stati Uniti quando i top Gun abbaterono la funivia)
    3.Aver ceduto a ricatti terroristici (permessi in cambio di denaro)
    4.Non aver coinvolto minimamente ONU ma soprattutto UE (che si è tirata vigliaccamente da parte, ma quando c'è da prendere soldi vengono sempre a bussare)
    5.Aver fatto la mossa "figa" di dichiarare il non-rientro in India dei marò, nonostante avessero già un piano per il rimpatrio in diversa maniera.
    6.Essersi rimangiati schifosamente la parola, dimostrando grandissima inettitudine, quando è stata paventata la possibilità di non aver più accesso alla loro smisurata riserva di SCHIAVI.

    Ma soprattutto l'errore più grosso è stato quello di prestare ascolto a quella gente di merda e falsa.
    D'altronde cosa ci si può aspettare da un popolo che adora le vacche, divide la popolazione in caste e mantiene quasi un miliardo di persone in miseria per poterle sfruttare e "venderle" a tutti quelli che investono in India?

    Siamo lo zimbello del mondo!
    E le nazioni unite lo sono ancor di più.
    Quando si tratta di difendere un paese occidentale, si tirano tutti indietro.

    Fosse stato per me gli avrei mandato Monti e Terzi al posto dei marò, dicendo:
    "abbatteteli pure, tanto l'Italia non ha bisogno di gente così, ne abbiamo fin troppa!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo e sottoscrivo.
      Andy

      Elimina
  10. Emigrante, tu sei un grande e i tuoi cazziatoni sono mitici. Cancella questi antiamericani e anti italiani di pupu'! Ti stimo, sei un grande. Onore ai due Maro'.

    RispondiElimina
  11. Emigrante, dimenticavo: cambia squadra.... Ahahahah!!!! Sei un grande. I Maro' devono tornare a casa. Basta. E chi non accetta questo e' solo un anti italiano. Stop.m

    RispondiElimina
  12. Conoscendo i giudici Italiani,direi che per i marò è una fortuna esser giudicati in India.

    Frank77

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.