lunedì 20 ottobre 2014

Del Perchè Non Esistono Starbucks in Italia

Tempo fa ho avuto qui in ufficio una delegazione di italiani. Durante una pausa il mio capo chiede  se fosse di loro gradimento il caffè di Starbucks che ci facciamo portare fresco per i clienti in visita.
Uno dei tizi, invece di essere gentile ed educatamente ringraziare, attaccò il seguente pippone nell'inglese approssimativo che vi riporto sotto:
" u no , in italì ui av de best coffi, Starbucks du not (sic) come in itali', no gud Starbucks coffi   , u no..ui call it schifezza". Il mio capo lo guarda per qualche secondo, e poi guarda me.
Io in un inglese oxfordiano mi metto a spiegare al tizio la ragione vera per cui Starbucks non c'e' in Italia:
Tutti i  diritti sul marchio Starbucks sono detenuti alla meta' degli anni '90 dal gruppo Autogrill, che per paura della concorrenza paga gli americani senza aprire nemmeno un negozio in Italia, pur avendone facoltà. Mentre ne apre all'estero. La verità è che gli italiani farebbero la coda se ci fossero gli Starbucks in Italia, esattamente come la fanno qui in America.
Sic et simplicter
Voster semper Voster


26 commenti:

  1. Io, che amo l'espresso, quando vado all'estero per prima cosa trovo lo Starbucks più vicino. Lo adoro.

    RispondiElimina
  2. Quanto è vero. Tant'è che fuori dalla Statale c'è una copia spudorata di Starbucks (persino il logo lo ricorda) ed è sempre pieno, molto di più dei bar nella zona. Non sapevo della storia di Autogrill... ma se hanno l'esclusiva del marchio in Italia non sarebbe concorrenza a se stessi, amplierebbero il mercato! Bah.

    RispondiElimina
  3. A me non piace Starbucks. But good to know.
    Valescrive

    RispondiElimina
  4. A prescindere dai gusti rispondere così a chi gentilmente ti offre qualcosa è una cafonata. Se non si vuole accettare si può rifiutare più gentilmente. Comunque, anche se c'è chi vuol sempre dar lezioni di cucina e preparazione del caffè a tutto il mondo, in Italia le macchinette di caffè schifezza negli uffici vanno alla grande anche dove c'è un bar vicino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia risposta era in effetti per rispondere ad una cafonata

      Elimina
  5. Concordo, ci sarebbero code luuungheeeee.. Love starbucks!

    RispondiElimina
  6. Maledetti Italiani :)

    RispondiElimina
  7. Mi hanno detto spesso che non aprono perche' non ci andrebbe nessuno: farebbero la fila secondo me, eccome.
    Non sapevo la questione dei diritti... non ha veramente senso.
    Mah!

    RispondiElimina
  8. Comunque ogni volta che mi sono bevuto un intero caffè di Starbucks...certi mal di pancia! oppure in Belgio non li sapevano fare....Sic et simpliciter! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, il caffè è di altissima qualità. L'espresso fa schifo però

      Elimina
  9. Concorrenza Autogrill???

    RispondiElimina
  10. I diritti Autogrill sono legati alla HMS e solo nel settore della ristorazione negli aeroporti, autostrade, stazioni e nei centri commerciali, ma nulla vieterebbe Starbucks di aprire in centro a Milano, ad esempi. É il CEO di Starbucks che dice che non funzionerebbe in Italia il caffè nei bicchieroni di plastica....
    Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'accordo prevede un'esclusiva sull'intero territorio nazionale

      Elimina
  11. forse il problema e' proprio la fila ordinata che in Italia non mi sembra abbia grande successo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah le mitiche file a mucchio italiane; quasi mi mancano. Quasi..

      Elimina
  12. sinceramente io non andrei da Starbucks se fossi in Italia. Non ci vado nemmeno qui in Belgio!!! é carissimo e il caffé non é proprio il massimo... Meglio il caro e vecchio bar italiano!!!
    Tina

    RispondiElimina
  13. I love Starbucks, anche se bevo solo tea! Sono un'italiana "diversa", non mi piace il caffè. :)

    RispondiElimina
  14. Questa non la sapevo. La riposta del delegato non l'avrei mai espressa ad alta voce, ma ammetto di aver pensato la stessa cosa. L'Italia mi spezza il cuore ancora una volta.

    RispondiElimina
  15. Se ci fosse uno starbucks in Italia lo eviterei come la peste, esattamente come faccio quando vado all'estero. Cerco anche il più sfogato dei baretti con una macchinetta arrugginita pur di non entrare da starbuks. Il caffè fa schifo e i dolci altrettanto (ingredienti: 99,9% zucchero - 0,1% azoto). In Italia farebbero la coda si, ma credo sarebbe un fuoco di paglia, visto che ad ogni italico angolo si trova del caffè e della pasticceria di tutt'altro livello. Prima o poi anche gli ottusitaliani lo capirebbero.

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono accettati, se non violano le leggi americane o italiane. Tutto cio' che non e' un commento (spam, offese, richieste, etc) oppure mi infastidisce verra' cancellato.